Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Cure palliative, specialisti italiani a confronto venerdì e sabato a Villa Niscemi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Circa settanta specialisti che gravitano intorno al mondo della medicina palliativa, provenienti da tutte le regioni, si confronteranno venerdì 10 e sabato 11 aprile a Palermo nel convegno nazionale “Medicina palliativa - Stato dell’arte e nuove frontiere” organizzato dall’Hospice dell’Azienda Villa Sofia Cervello, diretto da Giuseppe Peralta, con il patrocinio della Società italiana cure palliative (Sicp) e l’Associazione italiana pneumologi ospedalieri (Aipo).

Il convegno che si svolgerà a Villa Niscemi, sarà aperto alle 9 dagli interventi dell’Assessore alla sanità Lucia Borsellino, del sindaco Leoluca Orlando, del Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Villa Sofia Cervello Gervasio Venuti. Fra i relatori vi saranno Carlo Peruselli Presidente della Società Italiana Cure Palliative, Marco Spizzichino della Commissione nazionale Cure palliative e terapia del dolore del Ministero della Salute, Francesca Crippa Floriani (Fondazione Floriani di Milano) che parlerà della carta dei diritti del morente e della dimensione etica nelle cure palliative, Rosanna Favato, Danila Valenti e Guido Biasco della Fondazione Seragnoli di Bologna, Giorgio Trizzino responsabile regionale in Sicilia per le cure palliative, tutti i direttori dei 15 Hospice siciliani.

Il Convegno di Palermo arriva in un momento storico molto importante per le cure palliative soprattutto dopo il significativo intervento di Papa Francesco lo scorso 5 marzo alla Pontificia Accademia della Vita nel corso del quale il Pontefice ha sottolineato: “ incoraggio i professionisti e gli studenti a specializzarsi in questo tipo di assistenza che non possiede meno valore per il fatto che non salva la vita. Le cure palliative realizzano qualcosa di altrettanto importante: valorizzano la persona. Esorto tutti coloro che a diverso titolo sono impegnati nel campo delle cure palliative a praticare questo impegno conservando integro lo spirito di servizio e ricordando che ogni conoscenza medica è davvero scienza, nel suo significato più nobile, solo se si pone come ausilio in vista del bene dell’uomo, un bene che non si raggiunge mai contro la sua vita e la sua dignità”.

Nel corso del Convegno sarà affrontato il tema legato allo sviluppo della rete locale, uno dei punti di forza della legge 38 del 2010 con la quale per la prima volta in Italia è stato introdotto e tutelato per il cittadino l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore nell’ambito dei livelli essenziali di assistenza. “ Il potenziamento della rete locale e l’istituzione di una centrale unica operativa degli Hospice di Palermo – sottolinea Giuseppe Peralta organizzatore del Convegno – è uno dei temi più importanti per ora in discussione, ma uno spazio sarà inoltre dedicato al confronto multi professionale e alle collaborazioni con realtà quali la pneumologia e le terapie intensive sul territorio. Sarà possibile dialogare con realtà operative e formative a livello nazionale, oltre a concentrarsi sullo stato dell’arte in Sicilia, sulle criticità e sulle collaborazioni con le branche della medicina oggi sempre più coinvolte (neurologia, pneumologia, cardiologia, terapia intensiva etc.). L’attenzione sarà focalizzata oltre che sugli aspetti medici e infermieristici, sulla creazione di tavoli tecnici e sul confronto relativo ad aree quali la riabilitazione e la presa in carico psicologica e sociale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cure palliative, specialisti italiani a confronto venerdì e sabato a Villa Niscemi

PalermoToday è in caricamento