Lunedì, 22 Luglio 2024
Sanità

Al Cto mancano i medici, ambulatorio d'ortopedia aperto solo due giorni: "Mio figlio non ha potuto togliere il gesso"

La segnalazione di una lettrice a PalermoToday: "Eravamo prenotati da due settimane, nessuno ci ha avvisato che la visita era saltata". La replica dell'ospedale: "Tutti gli appuntamenti sono stati spostati. Difficoltà dovute a dimissioni improvvise e pensionamenti, priorità alla sala operatoria"

Al Cto mancano i medici e l'ambulatorio di ortopedia da questa settimana è aperto solo il martedì e il giovedì. 

Una situazione che sta provocando non pochi disagi fra gli utenti. Diverse visite prenotate prima del 15 maggio sono saltate e c'è chi lamenta di non essere stato avvisato.

"Mercoledì - segnala una lettrice a PalermoToday - mio figlio non ha potuto effettuare la visita ortopedica per la rimozione del gesso. Eravamo prenotati da due settimane, al pari di altre persone, nessuno però ci ha avvertito dei nuovi giorni di ricevimento. Lo abbiamo appreso da un avviso affisso sulla porta dell'ambulatorio. Essendo già trascorso un mese dalla frattura ho dovuto provvedere privatamente a togliere il gesso a mio figlio, anche se mi era stato proposto di riprogrammare la visita".   

L'ortopedia del Cto

"Mio figlio - prosegue il racconto - si è dovuto assentare da scuola, in un periodo caratterizzato da verifiche disciplinari giornaliere, e io genitore ho dovuto rimandare impegni lavorativi perché al Cto le visite sono solo mattutine. Non è stato neppure possibile ottenere un'attestazione che confermasse l'impossibilità di effettuare il controllo medico, per motivi dipendenti dalla struttura, perché l'addetta all'accettazione non è autorizzata a rilasciare informazioni. C'erano pazienti anziani e altri in attesa d'intervento tutti prenotati da tempo. Nessuno dei presenti mercoledì è stato preventivamente avvisato".

Punto quest'ultimo contestato dall'ospedale. Dice Ilaria Dilena, direttore sanitario dei presidi di Villa Sofia-Cervello: "Il primario dell'Unità operativa di Ortopedia ha delegato un suo operatore a informare chi era in agenda, al fine di spostare gli appuntamenti". Resta il fatto della carenza dei medici: "Le dimissioni improvvise di un medico e il pensionamento di altri due dottori, obbligati a smaltire le ferie arretrate - spiega Dilena - ha costretto il primario a limitare le attività ambulatoriali, dando proprità alla sala operatoria. La rimozione di un gesso non è un'urgenza".

Dilena, con molta onestà, non nasconde le difficoltà organizzative e ripone le speranze sulle assunzioni già programmate: "Il mese scorso è stato bandito il concorso per reclutare nuovi ortopedici. Ci vorrà del tempo. I tempi di una procedura concorsuale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Cto mancano i medici, ambulatorio d'ortopedia aperto solo due giorni: "Mio figlio non ha potuto togliere il gesso"
PalermoToday è in caricamento