Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Malaspina / Via Principe di Palagonia

Crolla ponteggio in via Principe di Palagonia, operaio precipita: ferito in codice rosso

E' successo mentre una squadra lavorava al restauro della facciata. L’uomo, un 58enne, è stato portato con l'ambulanza a Villa Sofia. Un collega racconta a PalermoToday: "E' stata una questione di secondi e all’improvviso è venuto giù tutto"

I carabinieri sul luogo dell'incidente - foto Campolo

“E' stata una questione di secondi e all’improvviso è venuto giù tutto”. A parlare è il collega di un operaio 58enne, vittima di un incidente sul lavoro avvenuto questa mattina in via Principe di Palagonia, nel cantiere affidato a una ditta per i lavori di restauro della facciata posteriore di un palazzo di sette piani. Sul posto i carabinieri della stazione Uditore e del Nucleo Radiomobile, oltre a un’ambulanza del 118.

Secondo una prima ricostruzione due operai stavano lavorando su un’impalcatura, mentre un terzo si trovava a piano terra. Per cause ancora da accertare la struttura metallica ha ceduto. Apparentemente si è rotto un giunto metallico che reggeva la struttura metallica. Uno dei due lavoratori è riuscito a trovare un appiglio e ad attutire il colpo mentre il collega ha fatto una caduta di tre metri.

Pochi minuti dopo è intervenuta un’ambulanza che ha portato il ferito (G.L.L. le iniziali) al pronto soccorso di Villa Sofia dov’è entrato in codice rosso. L'operaio ha riportato un trauma cranico, alcune contusioni polmonari e una frattura dell'omero. Sul posto il personale dell’ispettorato del lavoro per verificare la regolarità della posizione lavorativa del lavoratore e del cantiere.

Sull'episodio interviene la Fillea Cgil, che "chiede un impegno serio e concreto sui controlli agli organi ispettivi". "Gli incidenti - e per fortuna questo non è stato mortale -  sono una costante e non si può più stare inermi – dichiara il segretario generale Fillea Cgil Palermo Piero Ceraulo - E' stato indetto un concorso nazionale per l'Ispettorato al lavoro, non conosciamo il numero di ispettori che saranno mandati a Palermo per rinforzare gli organici.  Ma è chiaro che per il settore che rappresentiamo, il più colpito dagli incidenti mortali,  chiediamo una task force, un ramo dell'ispettorato che si occupi solo di edilizia. Ogni giorno – aggiunge Ceraulo - si discute di aumentare i livelli di sicurezza ma il rischio per chi fa questo mestiere è ancora altissimo. I controlli devono essere organizzati a sistema, altrimenti staremo sempre a raccontare dell'ennesimo infortunio o dell'ennesima morte bianca. La Fillea provinciale, assieme a tutta la Fillea, è impegnata ad avviare un'interlocuzione con i soggetti preposti per aumentare i controlli nei cantieri. La sicurezza dei lavoratori non deve passare mai in secondo piano”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crolla ponteggio in via Principe di Palagonia, operaio precipita: ferito in codice rosso

PalermoToday è in caricamento