Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Viadotto ceduto sull'A19, Crocetta: "Tutto risolto in due mesi"

A distanza di quasi due mesi dal cedimento, il governatore annuncia soluzioni rapide: "Con i soldi stanziati faremo in fretta. Ci sono due ipotesi: quella di rimettere in piedi la carreggiata, oppure fare la bretella"

Dopo quasi due mesi si intravede la luce in fondo al tunnel. Era un venerdì pomeriggio, il 10 aprile, quando si avvertirono i primi scricchiolii sulla A19. Conseguenze immediate: stop all'autostrada, paura, pericolo scampato, polemiche. Adesso Crocetta fa il punto della situazione e annuncia soluzioni rapide: "Spero di incontrare lunedì il commissario dell'Anas. Con i soldi stanziati e con il commissario dell'Anas nominato è una questione di due mesi si può fare, sia nell'ipotesi A, quella di rimettere in piedi la carreggiata, sia nell'ipotesi B, quella cioè di fare la bretella".

Il presidente della Regione Siciliana, parlando con i giornalisti a Palermo, a proposito dei lavori sulla riapertura del viadotto Himera, lungo l'autostrada Palermo-Catania, ha allontanato le critiche: "No, non è vero che si è fatto tardi. Agiremo con gli strumenti dell'emergenza, ma i lavori partono. C'è una verifica in corso, se almeno una delle due carreggiate può essere aperta cambieremo piano".

Intanto però la Sicilia resta divisa in due e si moltiplicano i disagi per i cittadini. A pagare il prezzo più alto è chi, quella strada, la percorreva per lavoro. Proprio per questo motivo gli autostrasportatori dell'Isola avevano indetto cinque giorni di fermo, dal 25 al 29 maggio. Stop saltato dopo che il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Delrio ha deciso di esentare corrieri e camionisti siciliani dal pagamento dei pedaggi autostradali. La contromisura, relativa alla percorrenza dell'autostrada A18 e della A20 sarà adottata sino a quando non saranno ripristinate le condizioni per la viabilità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viadotto ceduto sull'A19, Crocetta: "Tutto risolto in due mesi"

PalermoToday è in caricamento