Crollo di via Bagolino, Napolitano: “Cordoglio per le vittime”

Il presidente della Repubblica ha inviato un messaggio al sindaco Orlando. "La notizia mi ha profondamente addolorato". Crocetta chiede un vertice Regione-Comune. Schifani vuole che sia fatta chiarezza

Non sono mancati i messaggi di cordoglio delle istituzioni alla tragedia di via Bagolino, dove la notte scorsa il crollo di due palazzine ha provocato la morte di 4 persone e il ferimento (lieve) di altre dieci.

NAPOLITANO. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha inviato al sindaco Leoluca Orlando il seguente messaggio: "La notizia del tragico crollo di due edifici verificatosi nella tarda serata di ieri nella zona dei cantieri navali mi ha dolorosamente colpito. In questa triste circostanza, la prego, signor sindaco, di esprimere ai familiari delle vittime il mio partecipe cordoglio ed ai feriti
l'augurio di una pronta guarigione".

CROCETTA. Il presidente della Regione Rosario Crocetta è andato sul luogo della tragedia. “Abbiamo previsto degli interventi nella programmazione – ha affermato il Governatore - per ciò che riguarda il dissesto idrogeologico e anche per il recupero dei centri storici. Ma qui occorre il tavolo di concertazione tra Regione e Comune perchè la Regione non amministra un Comune in particolare ma dà supporto a tutti”. Successivamente il presidente si è informato con i vigili del fuoco sul numero delle vittime e degli sfollati, poi ha incontrato alcuni dei cittadini che hanno perso le case e che chiedevano aiuti urgenti in maniera molto accesa, lamentando l'assenza di aiuti concreti.

SCHIFANI. Dolore e chiarezza sulle cause del crollo. E' quanto chiede il presidente del Senato, Renato Schifani, in un comunicato. "Sono profondamente addolorato dalla tragedia che ha colpito la mia Palermo”, ha affermato la seconda carica dello Stato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

RISPETTARE LE REGOLE. “I furbi devono essere puniti. Nel settore delle costruzioni occorre severità e rigore nel controllare che le regole siano rispettate. La Cassa edile di Palermo, che è sul territorio presidio di legalità nel settore dell'edilizia, invita l'amministrazione cittadina ad avviare un percorso comune per promuovere, anche attraverso la Scuola edile e il Cpt che compongono insieme alla Cassa il Sistema bilaterale delle costruzioni, la legalità e il rispetto delle regole nell'edilizia a Palermo". Lo dice il presidente della Cassa edile di Palermo, Fabio Sanfratello.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Musumeci: "Mascherine obbligatorie anche all'esterno senza la distanza di un metro"

  • Capo in lutto per la morte di Irene, giovane mamma: "Non ti dimenticheremo mai"

  • Il Covid e la paura di un nuovo lockdown, Miccichè: "Sarebbe morte Sicilia"

  • Incidente in viale Lazio, con la Vespa si scontra con un’auto: morto 15enne

  • In Sicilia nuova ordinanza anti Covid: ingressi limitati nei locali, più controlli e stretta sui migranti

  • Coronavirus, in Sicilia accertati altri 29 nuovi positivi: tre a Palermo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento