Cronaca

Il crollo della palazzina al Capo: "Colpa dei ladri, hanno rubato i puntelli"

Dai primi rilievi, secondo quanto dice l'assessore comunale Di Marco, sarebbe emersa l'assenza dei puntelli che assicuravano la stabilità dell'edificio. Intanto si allarga l'inchiesta sui crolli in centro, forse duemila indagati

Si va allargando sempre più l'inchiesta della Procura di Palermo sugli immobili a rischio crollo nel centro storico. E presto il numero degli indagati potrebbe a breve superare le duemila unità. Continua l'attività di monitoraggio dei magistrati. Il lavoro di prevenzione procede di pari passo con le indagini per i crolli delle ultime settimane. Il più recente risale a ieri pomeriggio: per il sbricolamento della palazzina di via Cappuccinelle si procede ancora a carico di ignoti. Al momento nella lista nera ci sarebbero 228 edifici.

Intanto emerge un inquietante retroscena a proposito del crollo di ieri nella zona del Papireto. Dai primi rilievi sarebbe emersa l'assenza dei puntelli di ferro sistemati per scongiurare il rischio crolli e garantire la stabilità dell’edificio. A detta di Marco Di Marco, assessore comunale, probabilmente i puntelli sono stati rubati. Se questa ipotesi fosse confermata, a questo punto le responsabilità del crollo potrebbero essere addossate proprio agli autori di questo anomalo furto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il crollo della palazzina al Capo: "Colpa dei ladri, hanno rubato i puntelli"

PalermoToday è in caricamento