menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crocetta ha deciso: "Via i forestali con precedenti penali gravi"

Il governatore ha fatto il punto sui provvedimenti adottati dopo un monitoraggio condotto dall'amministrazione

La Regione Siciliana dichiara guerra ai forestali stagionali che abbiano alle spalle precedenti penali gravi. Il governatore, Rosario Crocetta, ha fatto il punto sui provvedimenti adottati dopo un monitoraggio condotto dall'amministrazione, e realizzato incrociando i carichi pendenti e i casellari giudiziari dei 25 mila addetti alla forestale (GUARDA IL VIDEO).

Crocetta: "Quando un tribunale ha stabilito che ci sono delle persone condannate a interdizione perpetua dai pubblici uffici, la pubblica amministrazione non li può assumere, perché commette un reato. Le norme non nascono a caso. Ovviamente la tipologia dei reati di cui si sono macchiati, sono reati gravissimi, omicidi, estorsioni".

Dalle analisi è emerso che sono 56 su 23 mila i lavoratori che rischiano l'espulsione: quelli per reati di mafia legati al 416 bis sono 17: uno è a Caltanissetta, cinque a Enna, nove a Palermo e due a Trapani. Sono invece 39 i forestali con l'interdizione perpetua dai pubblici uffici. "Noi non vogliamo fare di tutta l'erba un fascio e non vogliamo aprire uno scontro sociale forte - ha proseguito Crocetta -. Né intendiamo fare quest'azione nella pubblica amministrazione in Sicilia per risparmiare, ma per ristabilire criteri di giustizia. Chi non può lavorare con la pubblica amministrazione per sentenza, mafiosi e interdetti, non lavorerà. I soldi che risparmieremo andranno al fondo per l'inclusione sociale per i disoccupati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento