Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Crocche.it, nasce un nuovo portale dello street food palermitano

Sul web gli utenti costruiscono la mappa dei luoghi del cibo da strada. Palermo al primo posto in Europa e al quinto nel mondo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Tutti i luoghi dello street food palermitano in una mappa interattiva, che tutti gli utenti della rete possono contribuire a completare segnalando sempre nuovi punti da condividere con la community. È questa l’idea alla base di Crocche.it, un progetto che mira a valorizzare l’eccellenza del cibo da strada di Palermo, da qualche mese nominata prima città europea dello street food e quinta nel mondo direttamente dalla communità internazionale di VirtualTourist.

Il web diventa così una vetrina per pietanze e goloserie che hanno fatto la storia della tradizione cittadina: dal pane con la milza alla rosticceria mista, dalle stigghiola alla frittola, passando per lo sfincione, le panelle e, naturalmente, le crocchè che danno il nome all’intero progetto.
La consultazione è libera per tutti, ma partecipare alla mappatura è ancora più semplice: basta registrarsi al sito in pochi click per avere la possibilità di segnalare un luogo d’interesse nella mappa, ma anche di commentare e valutare quelli già segnalati. Tra questi, anche i punti che offrono street food palermitano in altre città, ovunque nel mondo.

In questo modo, grazie ad alcuni filtri di ricerca è possibile in ogni momento individuare i punti più comodi da raggiungere, quelli più popolari tra gli utenti della community o quelli specializzati in determinati tipi di pietanze. Oggetto di segnalazione può essere un baracchino mobile, un banchetto, ma anche un bar o una rosticceria: ciò che conta è che nei luoghi inseriti sia possibile trovare una o più specialità tipicamente consumate per strada, come da tradizione.

“Da anni amici e conoscenti, soprattutto da fuori Palermo, ci chiedono consigli su dove andare, cosa mangiare, com’è fatta questa o quell’altra pietanza. Così è nato Crocchè.it: volevamo un nome che fosse rappresentativo del nostro street food e che, contestualmente, suonasse facile da ricordare per chi conosce poco dei nostri tradizionali cibi da strada”, dicono gli ideatori della piattaforma. “Proprio per chi viene da fuori – turisti, visitatori occasionali, professionisti in trasferta nella nostra città – Crocchè vuole essere uno strumento per imparare a conoscere Palermo attraverso i suoi sapori più genuini, per scoprire valori e tradizioni legate al suo cibo. Ma per farlo, è necessario che chi con questi sapori è cresciuto metta questo patrimonio in condivisione, a disposizione di tutti. La nostra sfida è infatti creare una guida dinamica partecipativa in continuo aggiornamento e uno spazio per individuare e commentarei luoghi più popolari".

Crocche.it vive anche di una serie di contenuti redazionali e social. Sulla piattaforma, infatti è attiva una sezione news che costantemente aggiorna i visitatori con notizie, approfondimenti e iniziative interamente dedicate al tema del cibo da strada. Mentre sui social network i relativi profili Facebook, Twitter, Youtube mettono in condivisione i più svariati tipi di contenuto con la stessa filosofia, sempre senza prendersi troppo sul serio. Crocche.it, infine, diventerà presto anche una app per tutti i tipi di smartphone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crocche.it, nasce un nuovo portale dello street food palermitano

PalermoToday è in caricamento