rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Nel 2020 a Palermo furti e rapine in calo ma cyberdelitti in aumento: è l'effetto lockdown

Denunciati complessivamente 25.735 delitti, valore in diminuzione rispetto al 2019 e il più basso degli ultimi cinque annI. I dati sono contenuti nel fascicolo di informazioni statistiche a cura del Comune

A Palermo, nel 2020, sono stati denunciati complessivamente dalle forze di polizia all'autorità giudiziaria 25.735 delitti, valore in diminuzione rispetto al 2019, quando i delitti denunciati erano stati 29.978 (-14,2%). Il numero di delitti denunciati nel 2020 è il più basso degli ultimi cinque anni. Rispetto al 2015, quando vi erano state in totale 34.725 denunce, si è rilevata una diminuzione del 25,9%. I dati sono contenuti nel fascicolo di informazioni statistiche dedicato ai delitti denunciati dalle forze di polizia all'autorità giudiziaria, a cura dell'ufficio Statistica del Comune. "Analizza - si legge in una nota - i dati relativi ai delitti denunciati dalle forze di polizia all'autorità giudiziaria dal 2015 al 2020, e confronta i dati di Palermo con quelli delle altre grandi città. Nei dati del 2020 si possono facilmente leggere gli effetti del prolungato lockdown deciso dal Governo per contrastare la pandemia: si è infatti registrato un generalizzato calo di quasi tutti i delitti, e un forte aumento delle frodi, delle truffe e dei delitti informatici".

Fra le variazioni più significative registrate dalle singole tipologie di delitti, si sottolineano: una drastica diminuzione degli omicidi, passati dal 2019 al 2020 da 6 a 1 (nel 2015 si erano registrati 7 omicidi); una diminuzione dei furti (-24,9% rispetto al 2019 e -45,5% rispetto al 2015). Sono in particolare diminuiti i furti con strappo (-12,6% rispetto al 2019 e -53% rispetto al 2015), i furti con destrezza (-49,8% rispetto al 2019 e -60,5% rispetto al 2015) e i furti nelle abitazioni (-21,8% rispetto al 2019 e -62% rispetto al 2015), così come sono diminuiti i furti dei mezzi di trasporto (auto, moto e ciclomotori); una ulteriore diminuzione delle rapine (-22,7% rispetto al 2019 e -52,8% rispetto al 2015). Sono in particolare diminuite le rapine in abitazione (-28% rispetto al 2019 e -66,7% rispetto al 2015), le rapine in banca (-60% rispetto al 2019 e -81,8% rispetto al 2015), le rapine in pubblica via (-19,6% rispetto al 2019 e -51,5% rispetto al 2015), le rapine in esercizi commerciali (-38,1% rispetto al 2019 e -59% rispetto al 2015)

"Nel confronto con le altre grandi città italiane - sottolineano dall'Ufficio Statistica -, si rileva che Palermo, con 3995,7 delitti ogni 100 mila abitanti, ha fatto registrare anche nel 2020 il tasso di delittuosità totale (riferito a tutti i delitti) più basso, anche se - per una corretta interpretazione dei dati - si deve tener conto della possibile differente propensione a denunciare i delitti nei diversi contesti geografici, fenomeno che può assumere maggiore rilevanza al diminuire della gravità del delitto subito".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel 2020 a Palermo furti e rapine in calo ma cyberdelitti in aumento: è l'effetto lockdown

PalermoToday è in caricamento