menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Polizia allo Sperone

Polizia allo Sperone

Fermato dai poliziotti allo Sperone, non riesce a rispondere: "Aveva 2 dosi di crack in bocca"

Un 27enne pregiudicato è stato arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. In azione gli agenti del commissariato di Brancaccio

Detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Con questa accusa la polizia, allo Sperone, ha arrestato un 27enne pregiudicato. "Si tratta di uno spacciatore inchiodato dopo un blitz messo a segno dagli agenti del commissariato di Brancaccio", dicono dalla questura. I poliziotti sono intervenuti nei pressi di un’area con diversi seminterrati: hanno incrociato il pregiudicato e lo hanno sottoposto ad un controllo.

"Il 27enne, dopo aver riconosciuto i poliziotti, ha cercato di allontanarsi in sella a una bicicletta elettrica - aggiungono dalla questura - ma non ha fatto in tempo a fuggire. Proprio in quei frangenti, però, era riuscito a nascondere in bocca due dosi di crack, destinate in origine al mercato dello spaccio. Gli agenti hanno impiegato poco per capire quale fosse il motivo che impediva all’uomo di rispondere alle loro domande durante il controllo e si sono adoperati perché il malvivente espellesse la droga dalla bocca". 

Addosso al ragazzo è stata rinvenuta e sequestrata la somma di 170 euro, ritenuta provento di spaccio. Inoltre - concludono dagli uffici di polizia - è stato individuato un box nella disponibilità del 27enne, a pochi metri dal luogo del controllo. Il locale è ritenuto dagli agenti la possibile base operativa dello spaccio, che il malvivente era solito praticare in zona". Il provvedimento di arresto è stato convalidato dall’autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento