Crack e coca nel ripostiglio di casa, il fiuto del cane Ron lo inchioda: arrestato

In manette un 30enne palermitano con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In azione i carabinieri della stazione di Acqua dei Corsari

La droga e i soldi sequestrati sotto lo sguardo di Ron

Ron colpisce ancora. Il fiuto del pastore tedesco di 6 anni dei carabinieri è stato decisivo per l'arresto di un trentenne palermitano (S.G.) con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In azione i carabinieri della stazione di Palermo Acqua dei Corsari con l’ausilio, appunto, del cane antidroga Ron.

I militari - durante la perquisizione in casa dell'uomo (che era già sottoposto alla detenzione domiciliare) - hanno trovato in un ripostiglio 23 dosi di cocaina e 23 dosi di crack ed all’interno di un armadio 865 euro in banconote da piccolo taglio, ritenuti provento dell’illecita attività di spaccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il denaro e la droga recuperati sono stati sottoposti a sequestro e quest’ultima è stata inviata al laboratorio analisi del Reparto Operativo di Palermo per le verifiche quantitative e qualitative. Il giudice ha convalidato l’arresto e disposto per il trentenne la misura cautelare della custodia in carcere. L'uomo è stato portato in carcere al Pagliarelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento