Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Vaccini, la Sicilia sospende AstraZeneca per gli under 60: "Seconde dosi confermate"

La decisione "in via cautelativa" è stata decisa dal dirigente generale ad interim del Dasoe (Dipartimento per le attività sanitarie e osservatorio epidemiologico), Mario La Rocca: "Attendiamo il parere del Cts"

Stop, ma solo al momento, all'inoculazione del vaccino AstraZeneca/Vaxzevira negli under 60. A deciderlo, in modo cautelare, è stata la Regione Siciliana con una lettera inviata ai direttori generali delle Aziende sanitarie e ai commissari Covid dell'Isola. "Alla luce delle recenti notizie di stampa relative alle posizioni assunte dal presidente del comitato tecnico scientifico - si legge - in riferimento al bilancio rischi/benefici circa la somministrazione del vaccino Vaxzevria (ex Astrazeneca ndr) ai soggetti di età inferiore ai 60 anni, e in attesa di un pronunciamento ufficiale da parte del medesimo organo si dispone, in via cautelitva, la sospensione con effetto immediato, della somministrazione a tutti i cittadini di età inferiore ai 60 anni".

Uno stop che non varrà per chi attende la seconda dose, dice il dirigente generale del Daose, Mario La Rocca, "in assenza di evidenza scientifica contaria". In Sicilia rimangono comunque programmati gli Open day previsti da oggi fino a domenica ma l'unico vaccino che verrà somministrato sarà quello Johnson & Johnson.

A sollevare il caso è stata oggi la Fondazione Gimbe la quale ha sostenuto che nel caso di una ridotta circolazione del virus del Covid, è preferibile destinare i vaccini AstraZeneca e Johnson & Johnson solo ad over 50, in modo che i rischi da vaccini a vettore virale siano il più contenuti possibili.  La posizione è stata assunta in seguito all'insorgere di (rari) effetti avversi associati al vaccino AstraZeneca tra i giovanissimi, cui sono stati destinati degli open day.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, la Sicilia sospende AstraZeneca per gli under 60: "Seconde dosi confermate"

PalermoToday è in caricamento