rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Covid, in Sicilia contagi ancora in aumento: ma negli ospedali situazione sotto controllo

Sono 471 i nuovi casi, tasso di positività al 3,7%. Nei reparti ordinari ci sono 285 persone ricoverate, 36 in terapia intensiva. Tre i decessi, ma tutti riferiti ai giorni passati (uno del 27 agosto). Catania resta la provincia più colpita, nel Palermitano 69 positivi

Anche in Sicilia come nel resto d'Italia continua il trend che vede in aumento i contagi Covid. Nelle ultime 24 ore infatti sono 471 i nuovi casi individutai sull'Isola a fronte di 12.651 tamponi, con un tasso di positività che sale al 3,7%. I guariti sono meno dei nuovi contagiati, per cui il computo degli attuali positivi sale a 7.142 (+98). 

In Sicilia due comuni diventano zona arancione

Tre i decessi comunicati, anche se la Regione precisa che si riferiscono ai giorni 26, 27 ottobre e 27 agosto. Stabile, nonostante l'aumento dei casi, la situazione negli ospedali. Segno questo che i vaccini funzionano. I ricoveri ordinari sono 285 (-1 rispetto a ieri), mentre le terapie intensive sono 36 (-2) con un solo nuovo ingresso. Opportuno ricordare che i posti letto occupati ormai sono il parametro fondamentale per un'eventuale passaggio dalla zona bianca a quella gialla, che al momento non è ipotizzabile visto che siamo al 4% di occupazione nei reparti non gravi e del 5% in area critica (fonte Agenas). L'incidenza invece è di 50 per 100 mila abitanti. 

A livello provinciale, resta sempre Catania (170) la provincia più colpita. Sono 69 invece i casi registrati a Palermo, 59 a Messina, 98 a Siracusa, 24 a Trapani, 1 a Ragusa, 18 a Caltanissetta, 26 ad Agrigento e 6 a Enna.

Aumentano in Italia Rt, incidenza e ricoveri nei reparti

La situazione nel resto d'Italia

Nel nuovo bollettino diffuso oggi dal ministero della Salute sono 5.335 i nuovi casi e 33 i morti. Il tasso di positività è dell'1,1% con 474.778 tamponi processati. Aumentano ricoveri (+49) e intensive (+2). Supera la soglia epidemica di 1 l'Rt atteso, che vede un ulteriore aumento dell'indice di trasmissibilità a 1,14: lo spiega l'Iss in una nota con i dati del monitoraggio Iss-Ministero Salute. Salgono da 4 a 18 le Regioni e le province autonome classificate a rischio moderato per la progressione dei casi di Covid. Le restanti 3 Regioni e province risultano classificate a rischio basso e sono Basilicata, Sardegna e Valle d'Aosta. Il G20 ha sottoscritto l'impegno a vaccinare il 40% della popolazione mondiale entro la fine del 2021, e il 70% entro metà 2022. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, che assieme al ministro dell'Economia Daniele Franco ha presieduto il G20 Finanze-Salute. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, in Sicilia contagi ancora in aumento: ma negli ospedali situazione sotto controllo

PalermoToday è in caricamento