Un'intera strada rubava la luce: scoperti 8 mila metri quadri di costruzioni abusive a Carini

Operazione della guardia di finanza: i controlli sono scattati in una zona adiacente alla statale 113, in collaborazione con il personale tecnico dell'Enel e la polizia municipale. Denunciato il proprietario del lotto

Nel corso di alcuni controlli avevano rilevato consumi anomali di energia elettrica. Così hanno deciso di andare a fondo fino a scoprire che un'intera zona di Carini con otto abitazioni rubava la luce senza alcun contratto. Operazione della guardia di finanza: i controlli sono scattati a Carini lungo una strada privata adiacente la strada statale 113, in collaborazione con il personale tecnico dell'Enel.

Le immagini del blitz della Finanza | Video

"Le otto abitazioni date in locazione nel periodo estivo - spiegano dal comando provinciale - non avevano alcuna formalizzazione di natura contrattuale e, quindi, evadevano totalmente le imposte previste in ambito di canoni di locazione. Inoltre, tutte le abitazioni controllate disponevano di allacci abusivi di energia elettrica. Al proprietario degli immobili è stata contestata l’omessa dichiarazione al Fisco dei canoni di locazione percepiti. La natura fatiscente delle abitazioni ha poi indotto i finanzieri a sospettare la presenza di abusi edilizi, per cui nei giorni successivi, con l’ausilio tecnico della polizia municipale di Carini, è stata accertata l’esistenza di una intera lottizzazione abusiva su un’area di circa 8 mila metri quadri che ha dato luogo, conseguentemente, al deferimento del proprietario per violazione all’articolo 30 comma 1 del Testo Unico sull'Edilizia per non aver pagato alcun tributo locale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre alle strutture abitative, i militari hanno scoperto un magazzino di circa 500 metri quadri, mai denunciato ai competenti uffici finanziari, riconducibile a un'azienda operante nel campo del commercio all’ingrosso di piante e fiori con sede legale in Campania ma, di fatto, operante nel territorio siciliano già da diversi anni.  "I conseguenti accertamenti di natura tributaria hanno evidenziato diverse anomalie, tra cui l’omessa fatturazione di cessioni di beni e la presenza di un dipendente in nero", hanno concluso dalla guardia di finanza.  Le sanzioni complessivamente comminate ammontano a circa 5 mila euro mentre è stato segnalato all’Agenzia delle Entrate il recupero a tassazione di redditi da fabbricati per un totale di circa 40 mila euro.      
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La corsa in ospedale e la disperazione, bambino di 3 mesi muore al Di Cristina

  • Maltempo in arrivo: temporali e rischio grandine, scatta l'allerta meteo

  • Tragedia a Isola, accusa un malore mentre esce dall'acqua e muore in spiaggia

  • Suicidio in via Guido Cavalcanti, commerciante di 62 anni si toglie la vita

  • "Ho ucciso io quella donna cinque anni fa: le ho stretto una corda al collo per sei minuti"

  • Va in caserma e confessa un delitto, trovati i resti di una donna a Monte Pellegrino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento