menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manifestazione contro la Ztl, la Questura vieta le auto: "Sarà solo un corteo"

L'organizzatore della manifestazione Vincenzo Sparti fa dietrofront: non ci saranno azioni di disobbedienza civile. L'appuntamento in piazza però è confermato

Domani non ci sarà nessuna azione di disobbedienza civile nel corso della manifestazione contro la Ztl, in programma a piazza Giulio Cesare a partire dalle 11. Il Questore di Palermo ha vietato “l’utilizzo di veicoli” quindi non sarà possibile violare in massa l'area a traffico limitato con mezzi sprovvisti di permesso. L'avvocato Vincenzo Sparti, organizzatore della protesta e presidente del movimento "Forza del Popolo", ha deciso di accontentare le richieste della Questura. La manifestazione consisterà in un sit-in dove sarà data ad ognuno la possibilità di manifestare la propria opinione sulla Ztl e di protestare contro un provvedimento che, secondo l'organizzatore, va annullato in blocco.

"Il movimento che rappresento - spiega Sparti -, pur volendo cambiare radicalmente il sistema politico che, a vari livelli, sta opprimendo la gente ed il popolo, non intende trasgredire neppure la più insignificante delle leggi né, nel caso di specie, le prescrizioni del Questore verso cui si nutrono sentimenti di rispetto e di stima. Per usare le parole di Gandhi, cui è ispirata la manifestazione, 'Se trasgredisci una legge, le trasgredirai tutte perché tutte hanno lo stesso fondamento'”.

La zona Ztl orlandiana, precisa poi Sparti, non è una legge, ma solo "un’applicazione locale ed ingiusta (per finalità di cassa) di una norma prevista per altri fini nel Codice della Strada". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento