Cronaca Piazza Giuseppe Verdi

Nuova protesta degli studenti Medi Bruciate bandiere del Pd e Pdl

Un migliaio di giovani si sono radunati davanti al Massimo. Nel mirino i tagli imposti dalla Bce e la manovra "iniqua" varata dal neo premier Monti. Bruciate le bandiere del Pd e del Pdl. Occupato il Regina Margherita

Un'immagine della protesta del 17 novembre

Nuovo corteo degli studenti Medi contro i tagli imposti dalla Bce e la manovra varata dal governo Monti. Un migliaio di giovani si sono radunati davanti al teatro Massimo e sono pronti a sfilare per le vie del centro paralizzando la città. “Con Berlusconi che se ne va, con Monti che prende il suo posto, la crisi e le richieste della Bce rimangono invariate: tagli e austerity”, ecco cosa affermano gli studenti Medi sul loro gruppo Facebook. Durante la protesta sono state bruciate le bandiere del Pd e del Pdl. Il corteo si è diretto all'istituto Regina Margherita e gli studenti hanno occupato la scuola.

“Questi che ora ci parlano di exit strategy – spiegano - sono gli stessi banchieri e politici che hanno creato la crisi e la speculazione finanziaria, e che hanno portato alla creazione di un debito pubblico enorme. Chiederci di pagare un debito non nostro attraverso l'esproprio di diritti, lavoro e studio è la ricetta che ci propongono come unica uscita dalla crisi. Noi studenti – concludono - non siamo più disposti a dover pagare i costi di una crisi che non abbiamo creato , non siamo più disposti a sottostare ai soprusi di una casta che pensa solo ai propri interessi politici e finanziari”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova protesta degli studenti Medi Bruciate bandiere del Pd e Pdl

PalermoToday è in caricamento