rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

A un anno dall'inizio del conflitto in Ucraina anche a Palermo un corteo per chiedere la pace

La manifestazione si svolgerà in contemporanea con altre città italiane ed europee. L'appuntamento è per venerdì 24 alle 9.30 al Politeama. Prevista la partecipazione di centinaia di studenti e di oltre 35 associazioni

Palermo è pronta alla grande mobilitazione per la pace di venerdì 24: in linea con le iniziative in programma nelle altre città italiane ed europee coordinate da "Europe for Peace", a un anno dalla guerra in Ucraina, si terrà un corteo che partirà alle 9.30 dal Politeama per raggiungere, percorrendo via Dante, i Cantieri Culturali della Zisa. In piazza Pina Bausch si terranno gli interventi. L'obiettivo è chiedere il cessate il fuoco, il dialogo e i negoziati di pace per costruire un'Europa sicura e pacifica per tutti.

I protagonisti a Palermo saranno gli studenti che in prima fila chiederanno lo stop alla guerra. Sono finora 35 gli istituti di ogni ordine e grado, anche dell'hinterland, che hanno aderito alla giornata di mobilitazione. Prevista la partecipazione di oltre un migliaio di ragazzi. Durante il corteo sventoleranno solo le bandiere della pace e striscioni. A promuovere la mobilitazione è il comitato di Palermo di "Europe for Peace", di cui fanno parte decine di associazioni pacifiste e democratiche.

L'intento è di lanciare da Palermo - città dove per un anno si è svolto il presidio permanente delle donne per la pace - un grido forte, che si unirà all'appello per fermare la guerra che si leverà in contemporanea da tutte le piazze italiane e europee. Prima, durante e dopo la manifestazione si alterneranno momenti musicali. Al Politeama prima della partenza si esibirà il gruppo di ottoni del Conservatorio Alessandro Scarlatti e si terranno alcune performance. Le bande di alcune scuole a indirizzo musicale suoneranno durante la marcia i loro tamburi.

A tenere lo striscione di apertura del corteo di 4 metri con gli slogan "La pace è la vittoria di cui abbiamo bisogno" e "Fuori la guerra dalla storia", saranno gli studenti. Nel mezzo del corteo i ragazzi dei licei sorreggeranno uno striscione arcobaleno di 12 metri, con la scritta "Pace", utilizzato il primo maggio dello scorso anno a Portella della Ginestra.

"Il corteo di giovani, aperto dai bambini e dalle bambine delle elementari, sarà un inno alla vita e alla pace, contro la distruzione della guerr - spiega il comitato palermitano di 'Europe for Peace' - è una lezione di pace che verrà dai giovan. Il messaggio della giornata per tutti è che la pace è la condizione per realizzare la vita. Vita, pace, armonia, gioia, futuro, solidarietà e dialogo: saranno le frasi simbolo del corteo. Vogliamo che questa richiesta forte di pace che parte da Palermo sia ascoltata. La pace si raggiunge con il dialogo e il negoziato, facendo tacere le armi".

Ai Cantieri della Zisa, dalle 11.30 alle 13.30, si svolgerà un momento di condivisione e riflessione. La parola sarà data principalmente agli studenti. Le scuole presenteranno i loro componimenti, letture di brani, poesie, testi teatrali (3 minuti a intervento). Coordina gli interventi, a nome del comitato "Europe for Peace" Palermo, Daniela Dioguardi dell'Udi, coadiuvata da Enza Pisa del coordinamento donne Cgil Palermo e da Francesco Lo Cascio della "Consulta per la pace, la nonviolenza, i diritti umani e il disarmo".

"Palermo è stata trainante nella richiesta corale di pace: il presidio settimanale, organizzato dal cartello delle donne per la pace, con la partecipazione di movimenti, sindacati, associazioni, è stata un'esperienza unica in Italia - spiega il comitato - e il corteo del 24 è una continuazione di questa mobilitazione, andata avanti dallo scoppio della guerra, che ha consentito di tessere sul tema della pace rapporti con le tante scuole che hanno partecipato al presidio, con cori, letture di poesie, musica. La Sicilia non è indietro rispetto alle idee di partecipazione democratica, progresso e libertà. E la partecipazione delle scuole mostra la centralità della formazione nel paese".

Tra le associazioni che parteciperanno al corteo ci sono: Presidio di pace delle donne, Cgil Palermo, Consulta per la Pace, la nonviolenza, i diritti umani e il disarmo, Udipalermo, Acli Palermo, Centro Pio La Torre, Erripa "Achille Grandi", Punto Pace Pax Christi, Mir Palermo, Arci Palermo, Legambiente Palermo, Rete degli Studenti Medi Palermo, Udu unione degli universitari Palermo, Associazione 99%, Anpi Palermo, Coordinamento donne Cgil Palermo, Assemblea No Guerra, Le Rose Bianche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A un anno dall'inizio del conflitto in Ucraina anche a Palermo un corteo per chiedere la pace

PalermoToday è in caricamento