Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Tribunali-Castellammare / Via Maqueda

Lavoratori Gesip di nuovo in piazza: “Il sindaco Orlando ci ha tradito”

Un corteo da piazza Croci a Palazzo delle Aquile per chiedere garanzie sul loro futuro. I sindacati: "C'era un impegno per stabilizzazione, per esodi incentivati e per indirizzarci verso un nuovo lavoro. Tutte promesse non mantenute"

“Orlando ci ha tradito”. Con quest’accusa sono tornati in piazza i lavoratori Gesip: stamattina erano in centinaia a piazza Croci per chiedere garanzie sul futuro. Il problema non sarebbero solo gli stipendi di gennaio e febbraio non pagati (somme che sarebbero state sbloccate proprio ieri, grazie alla firma del nuovo commissario dell'Inps). “Non vogliamo soltanto garanzie sulla cassa integrazione”, spiega Salvo Barone dell’Ugl.

Il corteo, organizzato dai sindacati autonomi, dopo aver attraversato via Libertà e via Maqueda si è fermato davanti a Palazzo delle Aquile. “C’era un impegno per la stabilizzazione – continua Barone -, per gli esodi incentivati e per spalmare il personale Gesip entro giugno. Ma di tutto questo non c’è traccia. L'amministrazione ci aveva fatto molte promesse, come dei corsi per indirizzarci verso un nuovo lavoro, rilascio del Tfr e così via, ma ancora non abbiamo visto niente. Così come non abbiamo più visto il sindaco Orlando”.

Il corteo ha provocato grossi disagi al traffico in tutto il centro storico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori Gesip di nuovo in piazza: “Il sindaco Orlando ci ha tradito”

PalermoToday è in caricamento