menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Salvatore Pilato

Salvatore Pilato

Corte dei Conti, Pilato nuovo presidente della sezione di controllo per la Regione Siciliana

Originario di Palermo, ha avuto il primo incarico al tribunale di Trapani nel 1986, nel 1991 è stato sostituto procuratore della Dda e il giorno della strage di via D'Amelio era sul posto come pm di turno. Poi il passaggio alla magistratura contabile

Il presidente della sezione regionale di controllo della Corte dei conti per il Veneto, Salvatore Pilato, 60 anni, conservando a medio tempo l'incarico nella sede di Venezia, è stato trasferito presso la omologa sezione di controllo per la Regione Siciliana. E' operativo nel nuovo incarico da ieri.

Nato a Palermo, in magistratura ordinaria dall'età di 24 anni, Pilato ha avuto il primo incarico al tribunale di Trapani nel 1986, giudice penale negli anni degli omicidi Rostagno e Giacomelli. Nel 1991 fu sostituto procuratore della Dda a Palermo e andò sul posto come pm di turno il 19 luglio 1992, giorno della Strage di via D'Amelio dove persero la vita Paolo Borsellino e gli agenti di scorta. Poi optò per la magistratura contabile: prima alla Procura di Palermo; nel 2004 fu nominato procuratore regionale per il Trentino- Alto Adige; dal 2011 al 2016 è stato procuratore in Emilia-Romagna e poi in Lombardia fino al 2019.

Molte le inchieste portate a termine tra le quali, a Bologna, gli accertamenti sulle spese dei gruppi consiliari della Regione, con un conflitto di attribuzioni risolto in favore della Procura, ed anche le 'interviste a pagamento' dei politici; a Milano, le indagini su Expo-2015 e sulla corruzione in sanità e negli appalti pubblici; a Venezia i controlli di gestione sulla salvaguardia della laguna e la realizzazione del Mo.S.E. ed anche sulle opere di esecuzione della "Pedemontana Veneta". Tra le attività pendenti presso la Sezione di controllo per la Regione Siciliana è tuttora da definire il giudizio di parificazione del bilancio regionale per l'esercizio finanziario 2019, in ritardo sui tempi previsti dalla vigente disciplina di armonizzazione contabile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento