Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Tribunali-Castellammare / Via Vittorio Emanuele

Corso Vittorio Emanuele da Ztl a isola pedonale: la Giunta esulta, il Consiglio storce il naso

L'ufficio Mobilità urbana emette sei ordinanze che regolamentano i percorsi pedonali in tre parti del Cassaro. Orlando: "Passaggio memorabile, così ampliamo l'attrazione turistica della città". Catania: "La pedonalizzazione diventa formale". Ma a Sala delle Lapidi c'è chi contesta, Tantillo: "Andava aggiornato il Pgtu"

Corso Vittorio Emanuele

Con una raffica di ordinanze dell'ufficio Mobilità urbana, ben sei, l'amministrazione comunale trasforma corso Vittorio Emanuele da Ztl a isola pedonale. Nello specifico, due ordinanze istituiscono e regolamentano l’area pedonale da piazza della Vittoria fino ai Quattro Canti; altre due sono relative all'isola pedonale nel Cassaro basso fino a piazza Marina; e infine gli ultimi due atti disciplinano il transito degli autorizzati da Porta Nuova a piazza Vittoria. Resta escluso dalla pedonalizzazione il tratto fra i quattro Canti e via Roma.

Il transito ai residenti verrà garantito attraverso appositi varchi. Stesso discorso per taxi, mezzi di soccorso e forze dell’ordine. E' stato, inoltre, modificato l'orario di carico e scarico per le attività commerciali allo scopo di evitare sovrapposizione con l'entrata e l'uscita dalle scuole. Il provvedimento entrerà in vigore dopo il posizionamento della segnaletica da parte di Amat.

Il sindaco Leoluca Orlando esulta: "E' un passaggio memorabile che chiude un lungo percorso di limitazione del traffico veicolare in centro storico". Secondo il primo cittadino si amplia "l'attrazione turistica della città", che può contare su un percorso pedonale da Porta nuova al porto". Sulla stessa scia l'assessore alla Mobilità, Giusto Catania, che aggiunge: "La formale pedonalizzazione dei due assi di via Vittorio Emanuele è una decisione molto attesa dagli operatori economici e dai residenti del Cassaro. Adesso si sta cominciando a studiare come completare la pedonalizzazione nei due tratti che ancora sono formalmente Ztl: la parte alta di via Maqueda (dai Quattro canti alla Stazione) e il Cassaro centrale".

La formale pedonalizzazione, come la chiama l'assessore Catania, però viene contestata da una parte del Consiglio, che tira in ballo il mancato aggiornamento del Pgtu (Piano generale del traffico urbano). Tra questi c'è Giulio Tantillo, capogruppo di Forza Italia, che parla di "arroganza senza precedenti da parte dell'amministrazione Orlando". E nel dettaglio spiega: "La Giunta sa perfettamente che questo non è il percorso corretto, perché le pedonalizzazioni vanno calate nel Pgtu. Ecco perché sono convinto che il piano delle pedonalizzazioni verrà rivisitato dalla prossima amministrazione". Non essendo le nuove isole pedonali inserite nel Pgtu, infatti, basterebbe un'ordinanza per cancellarle.

L'ennesimo scontro sulle pedonalizzazioni, promette Tantillo, "sarà trattato dalla commissione competente e dal Consiglio. Chiederemo una convocazione del dirigente dell'ufficio Mobilità urbana per comprendere i motivi così urgenti che hanno portato alla firma delle sei ordinanze".  

Per i consiglieri di Sinistra Comune, però, "la definitiva pedonalizzazione del Cassaro mette la parola fine al percorso sperimentale che ha contribuito a riqualificare il centro storico. E' anche un inizio - spiegano Barbara evola, Fausto Melluso, Katia Orlando, Marcello Susinno - perché la pedonalizzazione ormai è un aspetto acquisito, un valore aggiunto di Palermo in termini di vivibilità e ambiente. Esprimiamo soddisfazione per un importante traguardo che rende la città più vicina e fruibile ai palermitani e palermitane, in armonia col Pgtu, inoltre, che prevede la progressiva pedonalizzazione degli assi principali della città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Vittorio Emanuele da Ztl a isola pedonale: la Giunta esulta, il Consiglio storce il naso

PalermoToday è in caricamento