rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Traffico / Villaggio Santa Rosalia / Via Ernesto Basile

Corso Tukory, lavori per il collettore fognario: "Strada chiusa da 20 giorni ma cantiere mai partito"

La denuncia del consigliere comunale Zacco: "Tale ritardo non giustificato è inaccettabile e, oltre alla congestione del traffico e al difficile accesso ai nosocomi cittadini, sta causando ingenti danni economici ai commercianti"

Le limitazioni alle auto tra via Ernesto Basile, via Lodato e corso Tukory sono già scattate da una ventina di giorni, ma il cantiere per la realizzazione del collettore fognario non è mai partito. E' quanto denuncia Ottavio Zacco, consigliere comunale e presidente della Sesta commissione Attività produttive. "Nonostante le vane rassicurazioni dei responsabili della ditta incaricata e dal commissario unico per la depurazione, per la realizzazione del collettore fognario, che avevano garantito la celerità sullo svolgimento dei lavori, così da evitare una perdurata limitazione al traffico, che sta causando di fatto una forte recessione del commercio, spiace constatare che a tutt'oggi nulla di quanto stabilito è stato garantito", denuncia Zacco.

"Tale ritardo non giustificato - continua Zacco - è inaccettabile e, oltre alla congestione del traffico e al difficile accesso ai nosocomi cittadini, sta causando ingenti danni economici ai commercianti che operano nelle zone interessate dal cantiere Tukory. Se questo è il biglietto da visita, sono fortemente preoccupato, troppo spesso abbiamo assistito inermi a  fallimenti improvvisi di ditte che hanno deturpato la città, dando origine a cantieri infiniti. Il nostro tessuto commerciale, già martoriato dalle recenti crisi, non può permettersi ulteriori shock economici causati da ditte improvvisate che non rispettano i tempi previsti nel contratto d'appalto pubblico. Chiederò al sindaco e al commissario unico per la depurazione (persona disponibile che ringrazio per gli importanti interventi effettuati in città), di sollecitare la ditta ad avviare prontamente i lavori e monitorare giornalmente il cronoprogramma concordato e contestualmente di adottare tutti i provvedimenti necessari a limitare ulteriori disagi ai cittadini e ai commercianti operanti in zona".

Le modifiche alla circolazione veicolare sono state previste da un'ordinanza emessa a febbraio scorso dall'ufficio Mobilità sostenibile e trasporto pubblico di massa del Comune. Sono due le fasi previste: al termine del primo cantiere, quello per le quali le limitazioni in via Basile sono già partite, scatteranno i divieti per l'area di via Brasa. Il provvedimento sarà valido 11 mesi dall'inizio dei lavori. Ma adesso si teme che i disagi per residenti e commercianti possano protrarsi per più tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Tukory, lavori per il collettore fognario: "Strada chiusa da 20 giorni ma cantiere mai partito"

PalermoToday è in caricamento