Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

La lezione si sposta in treno: polizia spiega agli studenti come viaggiare sicuri

Gli alunni della scuola elementare Giotto-Cipolla hanno viaggiato da Palermo Notarbartolo alla stazione centrale con gli agenti della Polfer per mettere in pratica quanto appreso in aula durante le giornate formative del progetto di educazione alla legalità “Train to be cool"

Hanno viaggiato da Palermo Notarbartolo alla stazione centrale con gli agenti della Polfer per mettere in pratica quanto appreso in aula durante le giornate formative del progetto di educazione alla legalità “Train to be cool". Una speciale giornata, dedicata alla sicurezza ferroviaria rivolta agli studenti della scuola elementare “Giotto – Cipolla” e organizzata dalla polizia, in collaborazione con Trenitalia.

Gli agenti della polizia ferroviaria hanno dedicato all’istituto primario diverse giornate formative per spiegare ai piccoli alunni i comportamenti basilari che permettono di muoversi in sicurezza nell’ambito ferroviario. Così, dopo le “lezioni teoriche” sui banchi di scuola, si è passati alla prova pratica: un breve viaggio a bordo treno tra Palermo Notarbartolo e Palermo Centrale durante il quale sono stati approfonditi gli argomenti già esposti a scuola. 

In stazione, quanto fino ad allora solo teorizzato è divenuto realtà, così come i rumori e la confusione di uno scalo ferroviario in orario di punta. A bordo treno sono stati illustrati gli elementi di sicurezza dei convogli e come comportarsi in caso di emergenza. Giunti in Stazione la comitiva ha potuto visitare gli uffici della polizia ferroviaria dove è stato possibile immedesimarsi nella vita del poliziotto della Polfer, utilizzando parte delle apparecchiature che ne caratterizzano il lavoro quotidiano. La visita è poi proseguita presso la sala operativa di Trenitalia, dove i giovani studenti si sono sentiti catapultati all’interno di un grande videogioco, in cui si sono districati grazie alle spiegazioni fornite dal personale di Ferrovie dello Stato che ha illustrato come il lavoro dell’uomo e la tecnologia si intersechino nel regolare la circolazione dei treni in Sicilia.

Prima d’intraprendere il viaggio di ritorno, la giornata si è conclusa con un regalo alle classi che hanno partecipato da parte della polizia di Stato: una foto ricordo con gli agenti. Entusiasmo e sincero apprezzamento per la tappa “live” del progetto di educazione alla legalità ed alla sicurezza ferroviaria è stata espressa dagli insegnanti tanto che, per il prossimo 8 marzo, è stata programmata una nuova giornata con altre classi della stessa scuola.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lezione si sposta in treno: polizia spiega agli studenti come viaggiare sicuri

PalermoToday è in caricamento