menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I docenti alle prese con i loro "pazienti"

I docenti alle prese con i loro "pazienti"

Primo soccorso all’Ismett, professori diventano alunni per un giorno

Ventotto insegnanti del liceo Benedetto Croce, che si è dotato di tre defibrillatori semiautomatici, in formazione al Centro di simulazione Renato Fiandaca dell'Ismett per apprendere le tecniche di rianimazione cardiopolmonare

I professori vestono i panni degli studenti per un giorno. Poche e semplici manovre di rianimazione possono salvare, solo in Italia, ben 36 mila persone. Per questo è opportuno che gli insegnanti e, in genere, quanti sono a contatto col pubblico conoscano le prime manovre di rianimazione cardiopolmonare e sappiano usare il defibrillatore semiautomatico.

Il liceo Benedetto Croce si è dotato di tre defibrillatori semiautomatici e, due anni fa, ha già organizzato un corso nella sua sede, sempre tenuto dagli istruttori del Fiandaca. Il corso attuale, che i 28 professori seguono per la prima volta, è il Basic Life Support per personale non sanitario ed è articolato in tre giornate (la prima si è svolta lo scorso 22 gennaio, la seconda è in programma oggi e l’ultima è prevista il prossimo 11 febbraio). Durante le lezioni gli allievi apprendono le tecniche di primo soccorso con massaggio cardiaco, ventilazione e uso del defibrillatore semiautomatico addestrandosi su appositi manichini.

Ogni anno una persona su mille va incontro a morte improvvisa per un problema cardiaco. Molto spesso chi assiste a un arresto cardiorespiratorio non è un operatore sanitario professionista ma, se preparato ad attivare i soccorsi avanzati ed addestrato alle prime manovre di rianimazione di base, può fare la differenza tra la vita e la morte. L’Ismett è un International training Center (Itc) dell’American Heart Association (Aha). Un centro, cioè, accreditato per l’erogazione di corsi di rianimazione cardiopolmonare di base e avanzata secondo linee guida e standard dell’American heart association.

Finito il training, i nomi dei corsisti saranno inseriti nell’albo tenuto dalla centrale 118, dietro certificato rilasciato da Ismett secondo il decreto sulla "determinazione dei criteri e delle modalità di diffusione dei defibrillatori automatici esterni", che prevede la diffusione capillare dei defibrillatori semiautomatici nei luoghi pubblici e l’addestramento al loro utilizzo del personale a contatto col pubblico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento