Lezioni di identità siciliana all’Università, via ai seminari formativi per i docenti

Lo scopo degli incontri è fornire spunti contenutistici e metodologici sul tema. L'assessore Lagalla: "Obiettivo di questo governo incentivare il senso di appartenenza alla Sicilia nelle giovani generazioni"

Al via domani i seminari formativi per i docenti che si occuperanno di approfondire con gli studenti la tradizione, la storia, l’arte e la valorizzazione della cultura siciliana. L'iniziativa rientra nell'ambito del “Progetto scuola e cultura regionale, per l'attuazione della legge regionae 9/2011” a carattere sperimentale promosso e finanziato dall'assessorato regionale dell'Istruzione e della formazione professionale in sinergia con l'Ufficio scolatico regionale. Gli incontri si svolgeranno nell’aula magna dell’ex facoltà di Lettere dell’Università di Palermo, per i docenti referenti delle province di Palermo, Trapani, Agrigento e Caltanissetta e a Catania, nel Liceo scientifico Galileo Galilei, per i docenti referenti delle province di Catania, Enna, Messina, Siracusa e Ragusa.

Questo ciclo di seminari ha lo scopo di fornire ai docenti spunti contenutistici e metodologici sul tema dell’identità siciliana sulla base delle linee guida, elaborate dai membri del tavolo tecnico e già approvate dalla giunta regionale, che saranno ulteriormente approfondite nel corso delle giornate. Gli incontri saranno incentrati all’approfondimento della prospettiva linguistico-dialettologica, demo-etno-antropologica, storica, letteraria, didattico-progettuale e tenuti dagli accademici Giovanni Ruffino, Ignazio Buttitta, Giuseppe Barone, Marcello Saija e dai professori Luisa Amenta, Marina Castiglione, Vito Matranga, Roberto Sottile, Sergio Bonanzinga, Antonino Frenda, Giuseppe Giordano, Rosario Perricone, Alessia Facineroso, Angelo Granata, Vito Lo Scrudato, Claudia Carmina, Donatella La Monaca e Viviana Assenza e Giorgio Cavadi, dirigenti dell’Ufficio Scolastico Regionale di Sicilia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Si compie un ulteriore passo - spiega l’assessore all'istruzione della formazione professionale Roberto Lagalla promotore dell’iniziativa - in avanti rispetto al progetto sulla valorizzazione dell’identità siciliana iniziato quasi un anno fa anche su impulso del presidente Musumeci. E' infatti obiettivo di questo governo regionale incentivare il senso di appartenenza alla Sicilia nelle giovani generazioni e accrescere in loro la consapevolezza dei valori e delle peculiarità culturali, artistiche e storiche dell’identità siciliana, in modo che ogni studente possa farsi portavoce della sicilianità in Italia e nel resto del mondo. A partire da questi incontri, prende il via il processo formativo del personale docente, al quale farà seguito quello rivolto agli studenti, di tutte le scuole di ogni ordine e grado”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento