Cronaca

"Dopava cavalli per corse clandestine", arrestato veterinario palermitano

Era ricercato nell'ambito dell'operazione "Zikka" eseguita dai carabinieri di Messina, che hanno smantellato un'associazione per delinquere dedita all'organizzazione di gare clandestine

Avrebbe somministrato sostanze dopanti a cavalli, poi utilizzati per corse clandestine. Con questa accusa i carabinieri di Messina hanno arrestato il veterinario Gaspare Francesco Franzino, palermitano di 34 anni. Era ricercato nell'ambito dell'operazione "Zikka", eseguita martedì e con la quale i militari dell'Arma hanno smantellato un'associazione per delinquere specializzata nelle gare illegali di cavalli. Franzino avrebbe agito per aumentare le prestazioni degli animali durante le competizioni.

Le indagini, avviate nel dicembre 2014, hanno permesso di accertare "l’operatività di un gruppo criminale, attivo nella zona Sud della città, che organizzava periodicamente corse clandestine, gestendo il lucroso circuito delle scommesse illegali. Il fenomeno è ormai storicamente accertato a Messina". L'organizzazione promuoveva le gare tramite social network. I maltrattamenti nei confronti degli animali erano tali che Zikka, uno dei cavalli di punta della scuderia, morì duante una corsa. Da qui il nome dell'operazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Dopava cavalli per corse clandestine", arrestato veterinario palermitano

PalermoToday è in caricamento