Corpo forestale, arriva anche la procedura per la mobilità volontaria: 100 i posti da coprire

Montera e Lercara (Cisl): "La chiediamo da tempo per restituire dignità professionale e possibilità operative a un corpo di polizia che svolge quotidianamente compiti fondamentali per la salvaguardia del nostro territorio"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Dopo l’indizione del concorso per l’assunzione di 170 agenti forestali, arriva anche la procedura per la mobilità volontaria per la copertura di ulteriori 100 posti. Importanti passi avanti per il rilancio del Corpo forestale che chiediamo da tempo e per il quale tanto ci siamo confrontati con il governo regionale. L’obiettivo è quello di restituire dignità professionale e possibilità operative a un corpo di polizia che non solo svolge quotidianamente compiti fondamentali per la salvaguardia del nostro territorio, dal servizio antincendio alla lotta al bracconaggio, dal controllo dei pascoli all'antifrode boschiva, ma che ha anche combattuto in prima linea per il contrasto al Covid-19”. Lo dicono Paolo Montera e Fabrizio Lercara, rispettivamente segretario generale e segretario regionale della Cisl Fp Sicilia.

Torna su
PalermoToday è in caricamento