Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

La decisione del presidente della Regione è diventata ufficiale attraverso una nuova ordinanza. Il provvedimento è stato preso dopo i 33 casi di positività accertati su 55 tamponi effettuati fra gli ospiti delle strutture di accoglienza

La sede tra via Archirafi e via Tiro a Segno

Le quattro strutture della Missione Speranza e Carità di Biagio Conte, a Palermo, diventano da oggi zona rossa per contrastare la diffusione del Coronavirus.  Lo ha stabilito il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, con una propria ordinanza appena diramata, dopo i 33 casi di positività accertati su 55 tamponi effettuati fra gli ospiti del centro.

La decisione è stata adottata dopo un vertice con l'assessore alla Salute Ruggero Razza e il direttore generale dell'Asp di Palermo Daniela Faraoni, che hanno esaminato l'andamento del contagio e la pericolosa promiscuità all'interno delle strutture. Ad accentuare la situazione di criticità è stato il rifiuto della quasi totalità dei soggetti ospitati a farsi condurre al Covid-Hotel San Paolo per la quarantena obbligatoria.

Le comunità sono: quella di via Archirafi n. 31, denominata “Missione  Speranza e Carità”; quella di via Garibaldi n. 3, denominata “Accoglienza Femminile”; quella di via Decollati n. 21, denominata “La Cittadella del Povero e della Speranza”; e infine via Cottolengo n. 48 a Villaggio Ruffini.

Nei centri, adesso, potranno entrare e uscire solo gli operatori sanitari e socio-sanitari ed il personale impegnato nella assistenza alle attività inerenti l’emergenza. A garantire la effettività dell'ordinanza di Musumeci, adottata ai sensi dell'articolo 3 del Dl 25 marzo 2020 n.19,  dovranno essere le forze dell'ordine, all'esterno delle strutture. 

Dalla Regione hanno spiegato che verranno usate le stesse misure adottate nei mesi scorsi nelle altre zone rosse siciliane, ovvero a Salemi, Villafrati e Agira in materia di contenimento del Covid. Proprio nella notte il sindaco Orlando aveva scritto al premier Conte e a Musumeci per sottolineare la situazione di grave rischio nelle strutture di accoglienza.

Nei quattro Centri della Missione già ieri sono stati inviati gruppi tecnici dell'Azienda sanitaria della Regione per verificare la piena osservanza delle misure di prevenzione e quattro squadre Usca per sottoporre a tampone rapido gli oltre settecento ospiti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LEGGI L'ORDINANZA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: scatta il coprifuoco dalle 23

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Conte firma il nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata l'ordinanza di Musumeci

  • Regione, nuova stretta anti Covid: locali chiusi alle 23, dad nei licei e trasporti dimezzati

  • Piazza di Mondello, chiuso ristorante: "Bagno senza sapone e lavoratori in nero"

  • Le mosse anti Covid di Orlando: nessun coprifuoco ma divieto di sostare in strada

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento