menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, zona rossa in tutta la provincia di Palermo: "Contagi e varianti in aumento"

Il Coronavirus galoppa, Musumeci preoccupato. Firmata una nuova ordinanza. Il provvedimento partirà da domenica 11 e terminerà giovedì 22 aprile. Orlando: "Dichiarazione resa necessaria dalla situazione ospedaliera e dal diffondersi dei contagi"

Considerata la repentina evoluzione dei contagi e la diffusione delle varianti del Covid, in tutta la provincia, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha appena firmato un'ordinanza che dispone la zona rossa in tutti i comuni della Città metropolitana di Palermo, compreso il capoluogo. "L'efficacia del provvedimento partirà da domenica 11 e cesserà giovedì 22 aprile", spiegano dalla Regione. Dunque oltre alla città, in zona rossa già da mercoledì, le restrizioni scattano anche per gli altri 81 centri della provincia. 

"L’ordinanza che dispone la zona rossa per la provincia di Palermo si è resa necessaria a seguito del rapporto trasmesso alla Presidenza della Regione dal Dipartimento regionale Asoe - aggiungono dalla Regione -. Secondo questo rapporto, il dato aggiornato a venerdì 9 aprile presenta nella provincia palermitana una incidenza dei contagi pari a 246,61 ogni centomila abitanti. Come è noto, il limite fissato dalla norma nazionale è di 250 contagi ogni centomila abitanti".

Stesse restrizioni, così come richiesto dalle amministrazioni comunali e a seguito delle relazioni delle Asp, a Marsala in provincia di Trapani e a San Cataldo nel Nisseno. Anche in questo caso la durata delle prescrizioni andrà dall'11 al 22 aprile.

Il bollettino di oggi

“Sacrifici, ancora sacrifici, derivanti dalla dichiarazione di zona rossa della città e della provincia di Palermo. Dichiarazione resa necessaria dalla situazione ospedaliera e dal diffondersi dei contagi", dichiara il sindaco di Palermo e della Città metropolitana Leoluca Orlando. "Dobbiamo poter tornare ad una vita normale - continua il primo cittadino - e per questo è necessario che rispettiamo questi divieti per potere consentire, così come è accaduto in altre parti d’Italia, di vedere scendere l’rt, di vedere riaprire le attività. Deve essere possibile tornare ad una vita normale ma, al tempo stesso, ho chiesto con molta forza al governo nazionale interventi di sostegno, di rimborso, di ristori alle famiglie ed alle attività economiche perché occorre coniugare insieme il diritto alla vita con il diritto allo sviluppo economico della nostra città e della nostra provincia. Rispettiamo queste norme, viviamo questo tempo di sacrifici. Tornerà un tempo - conclude Orlando - di grande normalità anche per la nostra città e per la nostra provincia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento