Cresce il numero dei positivi al Covid-19 a Villafrati, il sindaco: "I contagiati sono 72"

Si tratta di 50 ospiti della Rsa Villa delle Palme e 22 operatori sanitari che lavorano presso la struttura. Dodici invece i tamponi di cui ancora non si conosce l'esito. Il primo cittadino: "Se saremo bravi a rispettare le regole imposte dalla 'zona rossa' supereremo questa situazione al più presto"

La residenza dalla quale è partita il contagio

Cresce il numero dei contagiati a Villafrati, da ieri zona rossa. A fare il punto della situazione, in una diretta Facebook, è il sindaco Franco Agnello. Il primo cittadino ha chiarito "che ci sono 72 casi positivi. Si tratta di 50 ospiti di Villa delle Palme e dieci di loro sono già condotti all'ospedale di Partinico. Gli altri 22 sono operatori sanitari che lavorano presso la struttura". Dodici invece i tamponi di cui ancora non si conosce l'esito e che riguardano prevalentemente dipendenti comunali.

La notizia della trasformazione in zona rossa ha "travolto" il paese. Tutto è partito dalla Rsa. Domenica, dopo i primi casi positivi, l'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza aveva annunciato che la struttura era stata posta in isolamento. Ma i tamponi positivi aumentavano di ora in ora tanto da fare scattare la misura più rigida. Da ieri le forze dell'ordine presidiano ingresso e uscita dal territorio comunale e si può varcare i confini sono per comprovate esigenze, unica deroga per chi deve garantire servizi essenziali.

"L'isolamento - ha detto il sindaco in un accorato appello ai suoi concittadini - ci aiuta a limitare la diffusione del virus. Finora non risultano casi di positività in persone esterne alla struttura e questo ci porta a essere ottimisti e, se saremo bravi a rispettare le regole e i limiti che ci sono imposti, supereremo questa situazione al più presto. Da giorni, inoltre, erano state inibite le visite. Quindi è inverosimile che ci siano contagiati tra i parenti degli ospiti di Villa delle Palme".

"Noi - ha proseguito Agnello - non possiamo dire ufficialmente chi sono i contagiati, ma chi sa di avere avuto contatti con qualcuno dei positivi lo dica e si ponga in autoisolamento per quattordici giorni. Significa non avere contatti neppure con i propri familiari".

VIDEO | Viaggio nella Codogno palermitana: "Ci conosciamo tutti, abbiamo paura"

Il primo cittadino ha voluto rassicurare i compaesani anche sul fronte delle scorte alimentari: "Non abbiate paura - ha precisano che finiscano. I rifornimenti ci sono. Siamo in costante contatto con la Regione, la Prefettura, la Questura, la Protezione civile, la Croce rossa. Non siamo e non siete soli

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Un altro caso di Coronavirus fa tremare Comdata, donna positiva: "Ora la situazione è grave"

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Coronavirus, in Sicilia già venti morti: salgono a 846 i contagiati, 125 più di ieri

  • Incidente in via Basile, investito da un automobilista che scappa: morto 57enne

  • Coronavirus, furia Musumeci in tv: "La Sicilia è chiusa, da noi per avere dei diritti bisogna gridare"

Torna su
PalermoToday è in caricamento