Cronaca Zen

Vaccini allo Zen, Orlando attacca: "Dosi inutilizzate? Si dia la possibilità a chi vuole di farle"

Prosegue l'iniziativa "Accanto agli ultimi", per immunizzare anche le persone che vivono in condizioni di marginalità sociale. Prossimo step in una delle comunità di Biagio Conte. Il sindaco: "Non è accettabile che si ci siano scorte tenute in frigo"

Foto di Stefano Patania

Tappa allo Zen, questa mattina, per l'iniziativa "Accanto agli ultimi", dedicata a quelle persone che vivono in condizioni di povertà e marginalità sociale e per le quali vaccinarsi può diventare più difficile. Presente, tra gli altri, anche il sindaco Leoluca Orlando che ha voluto lanciare un appello: "E' inaccettabile che in Sicilia rimangano in frigo centinaia di migliaia di dosi. Si permetta a chi vuole vaccinarsi di poterlo fare subito". 

"La vaccinazione - ha detto Orlando - costituisce, insieme al rispetto delle norme anti contagio, la via maestra per sconfiggere la pandemia. E' importante, in tal senso, che nessuno venga lasciato indietro, specialmente coloro i quali affrontano condizioni di vita più difficili. L'iniziativa testimonia l'impegno dell'amministrazione comunale per il rispetto della vita e della salute di tutti". 

Stamattina sono stati 27 i residenti immunizzati al Laboratorio Zen Insieme. “È stata - dichiara Renato Costa, commissario all’emergenza Covid di Palermo e provincia - un’altra mattinata intensa. Con ‘Accanto agli ultimi’ stiamo portando il vaccino anche a chi è più in difficoltà e come tale non dev’essere escluso da un progetto di tutela della salute collettiva. Alle associazioni che hanno aderito e che conoscono il territorio chiediamo di aiutarci: siamo a completa disposizione di chi vive in profonde condizioni di marginalità sociale che rendano estremamente complesso prenotarsi e venirsi a vaccinare. Aspettiamo, invece, tutti gli altri - conclude Costa - alla Fiera del Mediterraneo o negli altri centri vaccinali della città”.

Per Mariangela Di Gangi, presidente dell’associazione Laboratorio Zen Insieme, l’importanza dell’iniziativa risiede nel fatto di aver portato il vaccino tra la gente. “È un’operazione che abbatte la diffidenza e va incontro a chi è in difficoltà - afferma Di Gangi -. Inclusione vuol dire anche coinvolgere le persone dal punto di vista culturale, metterle a conoscenza di cosa il vaccino comporta e rappresenta. È così che si riesce a convincere i più scettici e a includere anche chi è più ai margini”.  Dopo l’appuntamento di ieri alla Zisa e le vaccinazioni dei senzatetto a Ballarò e Villa Zito, “Accanto agli ultimi” farà tappa in altri quartieri nei prossimi giorni. Giovedì 13 maggio, alle 11, inizieranno le vaccinazioni in una delle comunità della Missione Speranza e Carità fondata dal missionario Biagio Conte. Venerdì 14 appuntamento al mattino (ore 9,30) alla parrocchia Sant’Agnese in piazza Danisinni; sempre venerdì, nel pomeriggio (ore 15,30), al Centro Padre Nostro saranno immunizzati alcuni residenti del quartiere Brancaccio, appartenenti alle categorie attualmente vaccinabili per età e patologie. 

Articolo aggiornato alle 16.45 del 12 maggio 2021 con i dati delle vaccinazioni odierne
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini allo Zen, Orlando attacca: "Dosi inutilizzate? Si dia la possibilità a chi vuole di farle"

PalermoToday è in caricamento