menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Medici di famiglia pronti a vaccinare contro il Covid: "L'accordo c'è ma siamo fermi al palo"

A ribadire la disponibilità dei medici di base è Luigi Galvano, segretario regionale della Fimmg (Federazione italiana medici di medicina generale) che denuncia ritardi: l'intesa "ancora non è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale né è stata emessa dall’assessorato la circolare esplicativa". In "panchina" seimila camici bianchi

"I medici di famiglia sono pronti e attendono ancora di essere coinvolti dall’Asp nella campagna vaccinale anti Covid accanto ai loro assistiti in tutti i luoghi". A ribadire la disponibilità dei medici di base è Luigi Galvano, segretario regionale della Fimmg (Federazione italiana medici di medicina generale).

"Lo scorso 8 marzo - rimarca Galvano - abbiamo firmato l’accordo per il coinvolgimento dei medici del territorio (medici di famiglia, di guardia medica, dell’emergenza e della medicina dei servizi) nella campagna vaccinale. Un potenziale di 6.000 medici fermi al palo. Ad oggi purtroppo - rileva il segretario regionale -  che ancora l’accordo non è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale né è stata emessa dall’assessorato la circolare esplicativa che deve dettare alle Asp le modalità di coinvolgimento dei medici, considerato che il protocollo è molto articolato perché prevede la vaccinazione nei loro studi, a domicilio del paziente, nei centri vaccinali e presso le guardie mediche. A questo si aggiunge che le Asp non hanno ancora attivato tavoli di lavoro per rendere esecutivo il protocollo così come abbiamo richiesto”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento