Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Vaccini anti Covid, Sicilia tra le regioni più virtuose: somministrate 35.361 dosi

Si tratta del 44,9% di quelle consegnate finora. A ricevere il farmaco sono state 17.399 donne e 17.792 uomini. Meglio di noi hanno fatto Veneto, Toscana, Lazio, provincia autonoma di Trento, Puglia, Emilia Romagna, Campania e Abruzzo

E' stata superata quota trentacinquemila vaccini anti Covid somministrati in Sicilia. Nell'Isola le dosi già inoculate dall'inizio della campagna vaccinale sono state 35.361 su 78.685 consegnate: si tratta quindi del 44,9%. I dati sono resi noti dal ministero della Salute e sono aggiornati alle 9 di oggi 7 gennaio. A ricevere il farmaco sono state 17.399 donne e 17.792 uomini. Dalla Regione precisano che solo ieri i vaccinati nel territorio regionale sono stati 6.203.

Meglio di noi hanno fatto il Veneto, regione più virtuosa con l'84,4%; Toscana con il 79,9; Lazio 67,2; provincia autonoma di Trento 62,3; Puglia 60,5; Emilia Romagna 53,4; Campania 51,8 e Abruzzo 49,3.

vaccini 7 gennaio-3

Sul sito del ministero della Salute, si precisa che "gli studi clinici su Comirnaty (Pfizer-BioNtech) hanno dimostrato un’efficacia del vaccino del 95% dopo una settimana dalla seconda dose. Il massimo della protezione si ha, quindi, dopo questo periodo. Sebbene anche dopo la prima dose è verosimile che ci sia una certa protezione dal virus, questa non è immediata dopo l'inoculazione del vaccino, ma si sviluppa progressivamente dopo almeno 7-14 giorni dall'iniezione. La seconda dose del vaccino, effettuata ad almeno 21 giorni dalla prima dose, ha il compito di rinforzarla e renderla più prolungata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini anti Covid, Sicilia tra le regioni più virtuose: somministrate 35.361 dosi

PalermoToday è in caricamento