Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Oltre centomila siciliani vaccinati contro il Covid, tempi più lunghi per i padiglioni della fase 2

Sono 115.998 le dosi somministrate nell'Isola dall'inizio della campagna. Governo e Regione fanno ancora i conti con i ritardi nelle forniture. Fissata al 3 febbraio la nuova data per la presentazione delle offerte per partecipare alla gara per realizzare gli stand dove avverrà la vaccinazione di massa

La Sicilia supera quota centomila. Sono 115.998 le dosi di vaccino anti Covid somministrate dall'inizio della campagna su 169.525 consegnate, quindi ne è stato usato il 68,4%. Il dato è contenuto nel report pubblicato sul sito del ministero della Salute e aggiornato a ieri sera. Nell'Isola hanno ricevuto il vaccino 60.096 donne e 55.902 uomini.

In totale in Italia sono state somministrate 1.525.612 dosi, rispetto alle 1.853.475 attualmente cioè l'82.3%. E sono 226.622 le persone alle quali sono state somministrate la prima e la seconda dose. Governo e Regioni fanno però ancora i conti con i ritardi nelle forniture e, di conseguenza, con la rimodulazione dei piani vaccinali. Dall'ufficio del commissario all'emergenza, Domenico Arcuri, è stato reso noto che proprio "a causa dei ritardi reiteratamente comunicati dalle aziende produttrici dei vaccini destinati al nostro Paese nonché, da ultimo, dei candidati vaccini, la tempistica della campagna di vaccinazione ha, suo malgrado, accusato dei rallentamenti. Di conseguenza, è stata fissata al 3 febbraio 2021 la nuova data per la presentazione delle offerte per partecipare al bando di gara per la realizzazione delle 'Primule'". Le primule sono gli stand da allestire per la seconda fase della campagna vaccinale. E' inoltre stato modificato il termine previsto dal bando per il completamento e la consegna per l’uso delle strutture: da 30 giorni inizialmente previsti agli attuali 45. "Ciò al fine di garantire la partecipazione del più ampio numero di imprese".

Nei giorni scorsi il sindaco Leoluca Orlando, proprio nel corso di una videoconferenza con Arcuri, ha proposto di utilizzare gli ampi spazi della Fiera del Mediterraneo - dove ormai da settimane c'è il drive in per i test anti Covid  - per installare i padiglioni. E anche il gruppo a cui appartiene il cinema Uci ha messo a disposizione il multisala per le somministrazioni.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre centomila siciliani vaccinati contro il Covid, tempi più lunghi per i padiglioni della fase 2

PalermoToday è in caricamento