menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tutti vogliono il vaccino contro il Covid, in Sicilia utilizzate oltre 356 mila dosi

Il dato è contenuto del report del ministero della Salute. Hanno ricevuto il farmaco prevalentemente operatori sanitari e sociosanitari, i primi a essere inclusi nella campagna, gli over 80 già vaccinati sono invece 39.651. Si inizia adesso con i disabili gravissimi. Si moltiplicano gli appelli delle categorie professionali che rivendicano la priorità

Prosegue la campagna vaccinale contro il Coronavirus e mentre le varie categorie professionali lanciano appelli alle istituzioni per avere la priorità, l'Isola taglia il traguardo dei 350 mila vaccinati. Sono infatti 356.025 le dosi usate finora (sono 526.225 quelle consegnate). Lo hanno ricevuto 186.238 donne e 169.787 uomini. Il dato è contenuto del report del ministero della Salute e del commissario per l'emergenza (aggiornato alle 3,16 di oggi ndr). Complessivamente in Italia sono state vaccinate 4.577.257 di persone, mentre 1.452.158 hanno avuto sia la prima e sia la seconda dose di vaccino.

Hanno ricevuto il vaccino prevalentemente operatori sanitari e sociosanitari (185.185 dosi usate), i primi a essere inclusi nella campagna vaccinale. Gli over 80 già vaccinati sono invece 39.651, ai quali si aggiungono i 21.765 ospiti delle rsa. Solo negli ultimi giorni la vaccinazione è stata estesa alle forze dell'ordine e si è raggiunta quota 17.603 mentre altre 16.201 dosi sono state impiegate finora per il personale scolastico. Si attende ancora di conoscere le procedure per la vaccinazione dei pazienti fragili.

Da oggi a Palermo e provincia prende il via la vaccinazione per i disabili gravissimi. Sono complessivamente 2.509 e ciascuno sarà raggiunto nella propria abitazione dai medici e infermieri dell’Asp. A loro, che saranno contattati direttamente dall’Azienda sanitaria, sarà somministrato il farmaco di  Moderna. Secondo il piano dell'Asp, a regime saranno impegnate almeno 10 squadre di vaccinatori e già entro il mese di marzo dovrebbero essere somministrate tutte le prime dosi.

Intanto si moltiplicano gli appelli delle singole categorie professionali che rivendicano la "priorità" nella vaccinazione. Solo ieri il presidente dell'Ars Miccichè ha suggerito di dare la precedenza a deputati e lavoratori dell'Ars. Oggi ad alzare la voce sono i chimici e i fisici, che si dicono "dimenticati dal piano vaccinale". "Siamo - dice il presidente dell'ordine interprovinciale dei chimici e dei fisici della Sicilia Vincenzo Nicoli - circa 1.000 professionisti impegnati quotidianamente a servizio della collettività nelle Arpa, nelle Asp, nei servizi essenziali e assistenziali svolgendo anche attività di monitoraggio di gas sanitari, analisi della qualità dell'aria nelle sale operatorie, attività di sanificazione nelle Rsa, per non parlare delle attività di caratterizzazione dei rifiuti sanitari. Nonostante le continue sollecitazioni al commissario Covid, all'assessore della Salute e al dirigente regionale del Dasoe non siamo ascoltati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento