menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppe Norata

Giuseppe Norata

Sì ai vaccini anti Covid per i lavoratori Rap, Norata: "In sicurezza gli addetti alla raccolta rifiuti"

Il via libera dopo che nei giorni scorsi tutte le municipalizzate avevano chiesto di inserire il proprio personale tra le categorie con priorità perché garantiscono servizi essenziali. Già trasmessi all'Asp gli elenchi dei 1.687 dipendenti che riceveranno il farmaco

Da domani, anche per i dipendenti della Rap, partiranno le vaccinazioni anti Covid. Ad annunciarlo è il presidente dell'azienda, Giuseppe Norata. "Dopo un confronto con le autorità competenti sulla necessità di inserire nel piano vaccinale i lavoratori di Rap che garantiscono un servizio pubblico essenziale - dice Norata -, da domani anche il nostro personale entrerà nella calendarizzazione del piano nazionale vaccini. Ringraziamo della sensibilità l’assessorato della Salute, il dirigente del dipartimento regionale per le Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico, il responsabile del servizio e della task force regionale per avere inserito l’azienda nel programma prioritario della 'fase 3', perché questo metterà in sicurezza i nostri addetti alla raccolta dei rifiuti nel territorio consentendogli di potere espletare il proprio servizio anche con maggiore tranquillità e sicurezza contribuendo a contenere la diffusione del Covid”.

Sono già stati trasmessi all'Asp gli elenchi dei 1.687 dipendenti da vaccinare. Dall'azienda sottolineano che fino a oggi l'emergenza sanitaria è stata affrontata "adottando misure di protezione e prevenzione specifiche che hanno consentito l'espletamento dei servizi previsti in sicurezza".

Nei giorni scorsi tutte le aziende municipalizzate avevano avanzato richiesta all’assessore regionale Ruggero Razza affinché "tutti i lavoratori che ogni giorno garantiscono i servizi essenziali venissero quanto prima vaccinati". Per Antonino Sala, consigliere comunale di Avanbti Insieme, "vaccinare i lavoratori della Rap, così come delle aziende che garantiscono i servizi pubblici, è giusto e doveroso nell'interesse di tutti. Bene ha fatto l'assessore Razza ad accogliere la richiesta dell'azienda di inserirli nella terza fase della campagna vaccinale: si tratta di lavoratori che non si sono mai fermati, anche in pieno lockdown, e che sono esposti al rischio di contagi".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento