menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini, la proposta: "Dopo le Chiese aprire anche le sale cinematografiche"

A lanciare l'idea è Filippo Virzì, segretario regionale dell’Ugl Creativi: "Questi spazi possono essere adattati alle eventuali altre necessità specifiche che il processo di vaccinazione richiede"

“Se dopo le farmacie arrivano le chiese per la somministrazione dei vaccini, perché non ridare respiro riaprendo anche le sale cinematografiche ed autorizzarle per l’inoculazione?”. A lanciare la proposta è Filippo Virzì, segretario regionale dell’Ugl Creativi.

“Voglio ricordare che le sale cinematografiche  erano state riaperte al pubblico l'estate scorsa con cospicui investimenti necessari per implementare le misura di sicurezza, come il controllo dei flussi di accesso e di uscita per evitare assembramenti, il distanziamento sociale sia negli spazi comuni che negli Auditorium, sistemi di aerazione adeguati, uso di prodotti sanificanti per tutto il perimetro, pertanto le ritengo perfettamente adeguate e pronte. Inoltre considerata la diffusione capillare dei Cinema nel nostro paese e per come sono stati  ristrutturati, possono essere adattati  alle eventuali altre necessità specifiche che il processo di vaccinazione richiede".

“Un esempio viene dall'estero -  conclude Virzì -   in alcuni Paesi il gruppo Odeon Cinemas, leader europeo nell'esercizio cinematografico e la società cui appartiene lo stesso UCI che ha inoltrato analoga richiesta alle autorità sanitarie nazionali per un progetto similare,  ha già firmato accordi con i rispettivi enti competenti per dare il proprio contributo al piano vaccinale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento