rotate-mobile
Cronaca

Coronavirus, petizione degli studenti al rettore: "Lezioni sul web fino a emergenza cessata"

Su change.org la raccolta firme degli universitari, lanciata da Pietro Melia, per chiedere provvedimenti precauzionali a tutela della salute: "Le aule e i luoghi affollati possono essere mezzo di trasmissione tra individui del virus"

Una petizione su change.org per sollecitare il rettore dell'Università Fabrizio Micari ad autorizzare lezioni online fino a quando il Coronavirus non verrà più considerato un pericolo.

A lanciarla (questo è il link) è stato lo studente Pietro Melia, che scrive: "Il Covid-19 sta affliggendo il territorio italiano. Dopo gli stati di emergenza proclamati dalle regioni Lombardia, Veneto e Friuli-Venezia Giulia, in qualità di studenti dell’Università degli Studi di Palermo, chiediamo in via precauzionale, fino ad emergenza cessata, di poter utilizzare la rete come strumento per il regolare svolgimento delle lezioni".

"Le aule, come d’altronde tutti i locali universitari, possono essere loro malgrado mezzo di trasmissione tra individui del terribile quanto nefasto virus. I luminari del settore medico-scientifico suggeriscono la non frequentazione di luoghi particolarmente soggetti ad affollamento" scrive ancora Melia, che cita lo "lo stanziamento dei fondi necessari all’attuazione delle misure precauzionali conseguenti alla dichiarazione di 'Emergenza internazionale di salute pubblica' da parte della Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Il Consiglio dei ministri ha conseguentemente deliberato lo stato d’emergenza, per la durata di 6 mesi, come previsto dalla normativa vigente, al fine di consentire l’emanazione delle necessarie ordinanze di Protezione civile".

Le firme digitali, raccolte mediante account personali gmail.com, in poco tempo hanno già superato quota 50.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, petizione degli studenti al rettore: "Lezioni sul web fino a emergenza cessata"

PalermoToday è in caricamento