Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Dai turisti bergamaschi cronaca social della quarantena: "Presto il terzo tampone"

Daniela Mancia, la guida turistica nel gruppo in isolamento all'Hotel Mercure, manda un video messaggio tramite la sua pagina Facebook. "Speriamo di stare bene e tornare a casa, ma ringraziamo i palermitani per la generosità"

 

Video e foto per ringraziare i palermitani e i siciliani "per la grande generosità e la solidarietà" mostrata nelle settimane di quarantena. A pubblicarli sulla sua pagina Facebook è Daniela Mancia, la guida turistica della comitiva di bergamaschi rimasti chiusi in albergo, all'Hotel Mercure, dopo che una donna del gruppo è risultata positiva al nuovo Coronavirus. 

Primo palermitano positivo al Coronavirus, carabiniere ricoverato al Civico

"Oggi piove - racconta - e c'è brutto tempo. Questo ci impedisce di salire sulla terrazza dove, a piccoli gruppi, abbiamo la possibilità di incontrarci, parlare, vedere Palermo e respirare aria di libertà. Dovrebbero farci un terzo tampone e verificare le nostre condizioni. Speriamo di stare tutti bene perchè significherebbe tornare tutti a casa".

arancine quarantena-2La guida sta documentando sui social i giorni passati in quarantena Stamani la comitiva ha ricevuto arancine e cannoli, frutto di una gara di solidarietà organizzata dall'associazione Gta (Guide turistiche abilitate) Palermo e dal bar Marocco di corso Vittorio Emanuele. "Devo ringraziare molte persone, che ci hanno voluto dimostrare la loro vicinanza facendo pervenire cibo delizioso nelle nostre camerette - dice Daniela Mancia -. Inizio ringraziando Maria Grazia Sclafani, dallo splendido cognome, e tramite lei tutte le guide turistiche di Palermo. È commovente che ci abbiano fatto questo regalo. Grazie della vicinanza, care guide palermitane, specialmente in un momento di così grave difficoltà professionale".

"Vengo da anni a Palermo - sottolinea - ma purtroppo quest'ultimo viaggio non è andato bene. La vita in quarantena non è facile, restare chiusi in una stanza senza incontrare persone, perché non ci è consentito, però ci siamo adattati. Anche perché abbiamo avuto una grande solidarietà da parte dei palermitani che non hanno fatto mancare l'occasione per dimostrarci l'affetto e la vicinanza nonostante fossimo venuti a portare scompigli. Le autorità sanitarie sono state molto efficienti e quindi il rischio di contagio è stato escluso. Colgo l'occasione per ringraziare tutte le persone che ci hanno aiutato. La Sicilia è una terra che amiamo molto e ci hanno fatto sentire la vicinanza".

Come segno di integrazione e solidarietà, l’associazione “Cinesi D’Oltremare” ha reso noto che domani a partire dalle 8 nella sua sede di via Lincoln 24 distribuirà 10 mila mascherine. "Un’iniziativa che va sostenuta non sono dalle comunità di immigrati presenti sul territorio, ma anche dagli stessi cittadini palermitani perché, in un momento del genere, bisogna essere forti e solidali", dice Ibrahima Kobena, presidente della Consulta delle Culture di Palermo. "Un invito a rispettare le misure previste dal Governo italiano al fine di contrastare la proliferazione del virus - aggiunge Kobena - dimostrando di essere cauti e attenti alla salute di tutti. Un modo per superare quanto prima possibile l’emergenza che sta mettendo in seria crisi il tessuto socio-economico e culturale del nostro Paese".

Potrebbe Interessarti

Torna su
PalermoToday è in caricamento