Il caso sospetto del turista cinese, conferma dallo Spallanzani: non si tratta di Coronavirus

A darne notizia l'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza. Come emerso dai test condotti al Policlinico, il trentenne arrivato da Shangai e ospite di una struttura alberghiera del centro aveva una semplice influenza

Il momento in cui i sanitari del 118 hanno prelevato il turista cinese in albergo

Dopo il primo tampone fatto in ospedale e le successive analisi al Policlinico, è arrivata la conferma anche dal centro specializzato dello Spallanzani di Roma: il turista cinese non aveva il Coronavirus. A darne notizia è stato l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza. Gli esami eseguiti a Roma rientrano fra quelli previsti nell’ambito delle procedure attivate dal Ministero per fronteggiare l’epidemia.

Il caso era esploso venerdì mattina, quando un uomo arrivato da Shangai (passando per Roma) ha iniziato ad accusare sintomi quali febbre e raffreddore. Essendo costretto a letto il turista ha chiamato la reception che a sua volta ha contattato il 118 facendo presente la situazione in cui si trovavano. Pochi minuti dopo sono intervenuti i sanitari con un’ambulanza e un’automedica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A far montare la preoccupazione era stata la “tenuta anticontagio” dei sanitari, arrivati con tute e mascherine di carta, come previsto dal protocollo. Il turista cinese è stato quindi portato al Cervello dove un primo controllo era già servito a fare sgonfiare il caso. Poche ore dopo la conferma dal laboratorio d’analisi del Policlinico e infine quella dello Spallanzani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento