menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il turismo "vittima" del Coronavirus, Orlando: "La paura non cancelli i risultati raggiunti"

Il primo cittadino ha convocato una riunione con gli operatori del settore. Al vaglio l'organizzazione di campagne mirare di promozione turistica, un tavolo di crisi regionale, la valutazione di possibili interventi dell'amministrazione per il sostegno alle imprese

Il Coronavirus spaventa i cittadini e a pagarne le conseguenze è, in prima battuta, il turismo. Per questo motivo il sindaco Leoluca Orlando ha convocato una riunione "per affrontare con gli operatori del settore il tema della promozione turistica di Palermo a livello nazionale e internazionale anche per fronteggiare l'attuale situazione di crisi determinata da fenomeni di psicosi".

"Già da tempo - ha detto Orlando - siamo impegnati nella promozione turistica della città, con risultati che sono sotto gli occhi di tutti. Partendo dalla cultura dell'accoglienza, Palermo si è posta in sana competizione con le più blasonate destinazioni nazionali. Non lasciamo che il clima di paura cancelli i risultati strepitosi raggiunti in questi anni, con potenziali danni incalcolabili per tutta l'economia cittadina".

Il tavolo, coordinato dall'assessore designato Paolo Petralia e dalla vic ecapo di Gabinetto Licia Romano, ha visto la partecipazione di Federalberghi, Federturismo/Sicindustria, Confesercenti Assoturismo, Assoimpresa, Assohotel, Associazione Guide e Federazione Guide e Gesap. Il tavolo si riunirà periodicamente "perché insieme - ha detto Petralia - si possa programmare come rispondere a questo momento di crisi con iniziative rivolte al mercato italiano ed internazionale".

Sul tavolo di discussione l'organizzazione di campagne mirare di promozione turistica, la promozione di un tavolo di crisi regionale, la valutazione di possibili interventi attivi da parte dell'amministrazione per il sostegno alle imprese e ai professionisti del settore.

Intanto è polemica a distanza tra il presidente della Regione Nello Musumeci e la presidente di Confcommercio Palermo, Patrizia Di Dio, proprio sul turismo. Il governatore ha invitato chi arriva dalle zone del Nord a rischio a rinviare eventuali viaggi in Sicilia. Affermazioni che hanno mandato su tutte le furie la rappresentante dei commercianti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento