rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Coronavirus, Musumeci blocca l'aumento delle corse dei traghetti sullo Stretto

La Regione ha infatti espresso parere negativo alla rimodulazione del servizio dei traghetti tra Messina e Villa San Giovanni. A rendere noto l'alt imposto da Palermo è stato Cateno De Luca

E' rimasta finora inascoltata la richiesta dei sindacati di aumentare le corse sullo Stretto di Messina. La Regione ha infatti espresso parere negativo alla rimodulazione del servizio dei traghetti tra Messina e Villa San Giovanni. Una necessità emersa dopo le proteste dei pendolari costretti a partire cinque ore prima a causa della mancanza della nave delle 13.

A rendere noto l'alt imposto da Palermo è stato il sindaco messinese Cateno De Luca. In diretta facebook il primo cittadino ha letto la concisa nota, inviata ieri dal presidente Musumeci al ministero dei Trasporti, con cui il governatore Nello Musumeci ha detto no all'ampliamento del numero delle navi che ogni giorno fanno la spola tra Sicilia e Calabria. Secondo Musumeci l'attuale servizio consentirebbe ai passeggeri di compiere il viaggio in totale sicurezza.

Una risposta che De Luca non ha digerito, lasciandosi andare all'ennesimo sfogo rabbioso. "Pensavo si trattasse di un pesce d'aprile, ma è realtà. Invito Musumeci ad attraversare lo Stretto, gli faccio io da guida. Lui dice che è tutto in regola e quindi noi siamo imbroglioni. Spero non faccia l'errore del governo di stare sul piedistallo senza ascoltare i nostri suggerimenti. Così si continua a sbagliare, avrei gradito un confronto in modo da poter spiegare quali sono le nostre vere esigenze".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Musumeci blocca l'aumento delle corse dei traghetti sullo Stretto

PalermoToday è in caricamento