Coronavirus, Musumeci telefona ai prefetti della Sicilia: "Rafforzare i controlli"

Il presidente della Regione auspica "sanzioni gravissime" nei confronti di chi viola le misure anti Covid-19. "Preoccupato dall'atteggiamento di relax degli ultimi giorni, chi pensa che il peggio sia passato è un irresponsabile"

Nello Musumeci

Una telefonata ai nove prefetti della Sicilia "per invitarli a intensificare la presenza delle forze dell'ordine nelle città e nei centri urbani" è stata annunciata dal presidente della Regione, Nello Musumeci, nel corso di un intervento a Omnibus, su La7. Il governatore ha auspicato "sanzioni gravissime" nei confronti di chi "è in giro senza avere una motivazione giustificabile".

"Sono molto preoccupato dall'atteggiamento di relax che ha assunto la popolazione del Sud e della Sicilia negli ultimi giorni - ha aggiunto il governatore -. Finora abbiamo osservato le norme e ora c'è una sorta di 'liberi tutti', c'è la errata consapevolezza che il peggio sia passato e che quindi, con il fatalismo tipico di noi meridionali, ci possiamo concedere la passeggiata. Chi fa questo è un irresponsabile. Dobbiamo fare ancora qualche settimana di sacrificio se il picco deve arrivare dobbiamo evitarlo, altrimenti vanifichiamo gli sforzi incredibili di tantissime famiglie che non possono più fare la spesa e che hanno spento persino il frigo perché non hanno più nulla da conservare".

Musumeci è poi intervenuto sulla questione dei dispositivi di protezione: "Si era detto fin dall'inizio che l'Unità di crisi nazionale avrebbe provveduto a trasferire in periferia i camici, i dpi e i ventilatori per le terapie intensive ma tutto questo è arrivato in maniera insufficiente e inadeguata. Negare che ci siano stati dei ritardi sarebbe come negare che a mezzogiorno ci sia luce o che a mezzanotte il buio, ma non è il momento delle polemiche: quando si è in guerra non si fanno processi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento