menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nello Musumeci

Nello Musumeci

Coronavirus, Musumeci telefona ai prefetti della Sicilia: "Rafforzare i controlli"

Il presidente della Regione auspica "sanzioni gravissime" nei confronti di chi viola le misure anti Covid-19. "Preoccupato dall'atteggiamento di relax degli ultimi giorni, chi pensa che il peggio sia passato è un irresponsabile"

Una telefonata ai nove prefetti della Sicilia "per invitarli a intensificare la presenza delle forze dell'ordine nelle città e nei centri urbani" è stata annunciata dal presidente della Regione, Nello Musumeci, nel corso di un intervento a Omnibus, su La7. Il governatore ha auspicato "sanzioni gravissime" nei confronti di chi "è in giro senza avere una motivazione giustificabile".

"Sono molto preoccupato dall'atteggiamento di relax che ha assunto la popolazione del Sud e della Sicilia negli ultimi giorni - ha aggiunto il governatore -. Finora abbiamo osservato le norme e ora c'è una sorta di 'liberi tutti', c'è la errata consapevolezza che il peggio sia passato e che quindi, con il fatalismo tipico di noi meridionali, ci possiamo concedere la passeggiata. Chi fa questo è un irresponsabile. Dobbiamo fare ancora qualche settimana di sacrificio se il picco deve arrivare dobbiamo evitarlo, altrimenti vanifichiamo gli sforzi incredibili di tantissime famiglie che non possono più fare la spesa e che hanno spento persino il frigo perché non hanno più nulla da conservare".

Musumeci è poi intervenuto sulla questione dei dispositivi di protezione: "Si era detto fin dall'inizio che l'Unità di crisi nazionale avrebbe provveduto a trasferire in periferia i camici, i dpi e i ventilatori per le terapie intensive ma tutto questo è arrivato in maniera insufficiente e inadeguata. Negare che ci siano stati dei ritardi sarebbe come negare che a mezzogiorno ci sia luce o che a mezzanotte il buio, ma non è il momento delle polemiche: quando si è in guerra non si fanno processi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento