rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Circhi fermi da un anno, l'Sos: "Anche gli animali 'senza lavoro' e senza cibo"

Le attività non sono mai riprese dopo il primo lockdown e gli addetti ai lavori sono tornati a chiedere aiuto: "Cerchiamo il sostegno di istituzioni e imprenditori dell’Isola"

Luci spente, niente spettacoli, niente risate, silenzio irreale tra i tendoni. Tra i settori bruscamente fermati dalla pandemia c'è quello del circo. Le attività non sono mai riprese dopo il primo lockdown e gli addetti ai lavori sono tornati a chiedere aiuto: "Cerchiamo il sostegno di istituzioni e imprenditori dell’Isola". Un "Sos" per i ristori che non sono arrivati, per potere sfamare gli animali. 

I circensi ieri si sono ritrovati presso il circo al Forum per lanciare "Un ruggito di aiuto dagli animali dei circhi siciliani”. Nel corso di un incontro alla Regione è invece emersa la disponibilità da parte dell'assessore regionale al Turismo, sport e spettacolo Manlio Messina ad aiuti economici a fondo perduto, semplificazione delle procedure burocratiche per le riaperture in zona gialla e sgravio fiscale.

Quello delle derrate alimentari è uno dei problemi che inizia a pesare maggioramente. "Ci servono fieno e carne per i felini e non solo – spiega Marcello Marchetti, delegato dell’ente nazionale circhi per la Sicilia -. In tutto questo periodo siamo stati affiancati con moltissima generosità dalla Coldiretti Sicilia e dell’Enpam, ma con la crisi economica e la siccità anche loro sono in seria difficoltà ad aiutarci”. Sei i tendoni in Sicilia tra Palermo, Misterbianco, Catania, Messina e Campobello di Licata con animali di tutte le specie tra cui elefanti indiani e africani, tigri reali del Bengala, ippopotami, pellicani, serpenti, coccodrilli, cammelli, dromedari e cani.

Marchetti lancia anche un appello al presidente del Consiglio, Mario Draghi: "In Sicilia presenti il 10% dei circhi Italiani. Non si dimentichi anche lei di noi e dei nostri lavoratori".

Nel frattempo continua anche l'impegno di padre Ugo di Marzio, che da mesi è in prima linea in questa battaglia. A disposizione anche il conto corrente della parrocchia Maria SS  delle Grazie Palermo IBAN : IT 78k 02008 04618 00010 4202085, causale "donazione cibo circo" . 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Circhi fermi da un anno, l'Sos: "Anche gli animali 'senza lavoro' e senza cibo"

PalermoToday è in caricamento