Coronavirus, 300 siciliani bloccati a Malta: ok alla "corsa straordinaria" del catamarano

Via libera dalle autorità dell'isola dei Cavalieri per consentire il rimpatrio. Ne dà notizia l'ambasciata d'Italia a La Valletta con una nota pubblicata sul proprio sito

Veduta di La Valletta

Via libera dalle autorità maltesi a "una sola corsa straordinaria" del catamarano che opera sulla rotta La Valletta-Pozzallo per consentire il rimpatrio dei circa trecento siciliani rimasti bloccati sull'isola dei cavalieri dopo lo scoppio dell'emergenza coronavirus. Ne dà notizia l'ambasciata d'Italia a La Valletta con una nota pubblicata sul proprio sito.

Il rientro avverra' a bordo del catamarano della Virtu Ferries, "che a sua volta - si legge - ha accettato di assumersi le delicate responsabilita' previste dalla normativa italiana di emergenza in vigore": come data "indicativa" di partenza e' stata individuata quella di domenica 5 aprile, alle 6:30 del mattino. "Tale data - spiega ancora l'ambasciata italiana a La Valletta - potra' essere confermata non appena tutte le istituzioni italiane, nazionali e locali, che hanno la responsabilita' di preparare il complesso dispositivo di accoglienza allo sbarco ce ne avranno dato conferma".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono stati a questo proposito "sensibilizzati" il presidente e il capo del dipartimento Protezione civile della Regione Siciliana, Nello Musumeci e Calogero Foti, ma anche il prefetto e il questore di Ragusa, oltre che il responsabile per la Sicilia dell'Ufficio di sanita' marittima, aerea e di frontiera, il sindaco e il comandante della Capitaneria di porto di Pozzallo. L'ambasciata ringrazia poi "tutte le autorita', a livello centrale e regionale, che hanno reso finalmente possibile l'avvio di questa operazione di rimpatrio, e in particolare - si legge - il ministero delle Infrastrutture e la Regione Siciliana". L'ambasciata esprime infine "un particolare ringraziamento alla comunita' italiana di Malta che, cosi' duramente colpita dai contraccolpi economici della pandemia Covid-19, sta reagendo con spirito di sacrificio e grande compostezza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

  • Reddito di cittadinanza, per il mese di sospensione potranno essere chiesti i buoni spesa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento