Coronavirus, la nave con gli italiani bloccati in Tunisia arriva a Palermo

A bordo 92 passeggeri che erano rimasti bloccati nel paese nordafricano a seguito dell'emergenza Covid-19. Al porto è scattata la macchina organizzativa con l'impiego di personale della Croce rossa e dell'Usmaf, oltre che dell'Autorità portuale e delle forze dell'ordine. Tutti i passeggeri dovranno osservare 14 giorni di isolamento

È giunta al molo Piave del porto la nave Atlas di Grandi navi veloci, partita ieri dal porto di Tunisi e con a bordo 92 passeggeri che erano rimasti bloccati nel Paese nordafricano a seguito dell'emergenza Covid-19.

L'ambasciata italiana a Tunisi ha ringraziato con un tweet Grandi navi veloci, il ministero degli Esteri e "tutte le autorità statali e regionali coinvolte nell'organizzazione di questa nuova operazione di rimpatrio".

Al porto è scattata la macchina organizzativa con l'impiego di personale della Croce rossa e dell'Usmaf, oltre che dell'Autorità portuale e delle forze dell'ordine. Tutti i passeggeri dovranno osservare i 14 giorni di isolamento, come previsto dalle norme per il contrasto al Coronavirus. Si tratta del secondo rimpatrio di italiani dalla Tunisia: il 18 aprile la stessa nave di Gnv aveva portato a Palermo una novantina di italiani.

 Articolo aggiornato il 28 aprile 2020 alle ore 16,21

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento