menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, in Sicilia 11.636 persone vaccinate: è la quarta regione in Italia

Al primo posto troviamo il Lazio (22.314 e il 48,7% di dosi somministrate su quelle consegnate). Seguono il Veneto (15.776) e il Piemonte (12.604). Male la Lombardia

Dall'inizio della campagna vaccinale anti Covid, sono oltre 11 mila in Sicilia le persone che hanno già ricevuto il vaccino. In particolare, nella sola giornata di ieri, domenica 3 gennaio, nell'Isola sono state complessivamente somministrate 4.691 dosi di farmaco  su altrettanti cittadini rientranti nel target previsto dal piano nazionale. 

In totale sono invece 118.554 le persone vaccinate in Italia contro il Coronavirus secondo gli ultimi dati aggiornati alle 00.59 del 4 gennaio pubblicati sul portale del Commissario straordinario per l'emergenza Covid. Le donne vaccinate sono 71.104 mentre gli uomini sono 47.450. Tra le regioni al primo posto troviamo il Lazio (22.314 e il 48,7% di dosi somministrate su quelle consegnate). Seguono il Veneto (15.776), il Piemonte (12.604) e appunto la Sicilia (11.636). Male la Lombardia con 3.126 persone vaccinate e il 3,9% di dosi somministrate su quelle consegnate. Le vaccinazioni hanno riguardato finora le categorie degli operatori sanitari sociosanitari (105.747), il personale non sanitario (6.173) e gli ospiti di strutture residenziali (6.634).

Intanto grazie al no stop vaccinazioni avviato dall’azienda ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello, dallo scorso 31 dicembre a ieri sono già, complessivamente, 810 gli operatori sanitari vaccinati. Ed è sempre di ieri la notizia che l'Asp di Palermo in 10 ore ha effettuato più del doppio di vaccinazioni contro il Covid dei due giorni precedenti. Ai 1.158 registrati fino a venerdì, si sono aggiunti i 1.622 di sabato (aumento del 140%) per un totale di 2.780 operatori ai quali sono state inoculate le dosi nelle otto sedi attive in questa prima fase della campagna (si è aggiunto anche l’ospedale Buccheri La Ferla). "Uno sforzo organizzativo - dicono dall'Asp - che ha trovato pieno riscontro nel personale che continua ad aderire sempre più numeroso"

E nelle scorse ore all'Ismett di Palermo, si è vaccinato contro il Covid anche il segretario nazionale di Confintesa Sanità, Domenico Amato. "Vaccinarsi è una responsabilità Civile e morale verso gli altri ed i propri cari", ha detto. Confintesa Sanità è promotrice di una campagna di sensibilizzazione volta a favorire la vaccinazione verso tutti i cittadini ma in particolar modo "verso tutti gli operatori sanitari e quei lavoratori che si ritrovano a lavorare nella sanità privata e pubblica o in strutture ricettive per anziani; laddove c’è possibilità di contagiarsi o di contagiare è più che giusto vaccinarsi". “Premetto subito - ha detto - che lavorando all’Ismett e avendo contatti con malati Covid il mio vaccino rientrava nella normale prassi di vaccinazione prevista dalla mia azienda, continuo col dire a tutti i miei colleghi che lavorano in ambito ospedaliero a vario titolo, vaccinatevi per voi stessi, per i vostri cari e per le persone (gli utenti) che vengono a contatto con voi; io l’ho fatto, fatelo anche voi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento