menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'interno del liceo Meli

L'interno del liceo Meli

Coronavirus, la preside del Meli agli alunni: "Siate un esempio per tutti"

La dirigente del liceo classico, Francesca Vella, in una lettera aperta pubblicata sul sito internet dell'istituto: "Non siete soli in questi momenti di grande smarrimento e preoccupazione"

"Carissime ragazze e carissimi ragazzi, sino ad oggi ho evitato di rivolgermi a voi direttamente, ma ora mi sento in diritto e in dovere di farlo. Le attività didattiche sono state sospese e restano sospese fino al 3 aprile e forse, dopo un primo momento di euforia in tutti voi, ora sicuramente la scuola comincia a mancarvi. Scuola non è soltanto partecipare alle lezioni: scuola è comunità educante, è stare insieme, condividere la vita per tante ore della giornata, scambiarsi idee, pensieri, impressioni, sensazioni. Questo è quello che vi manca, questo è quello che ci manca. Ci mancate, mi mancate!". Inizia così la lettera aperta che la dirigente del liceo classico Giovanni Meli, Francesca Vella, indirizza ai suoi studenti. La lettera è stata pubblicata sul sito internet dell'istituto di via Aldisio.

L'emergenza Covid-19 cambia il volto della scuola: "Così Palermo raccoglie la sfida"

vella-2"Mi manca incontrarvi nella nostra Agorà, mi mancano i vostri visi ed i vostri sorrisi - scrive la dirigente -. Mi manca guardarvi, senza che voi ve ne accorgiate, quando fate ricreazione negli spazi esterni, quando fate educazione fisica…… Allora la Scuola tutta vuole farvi sentire la nostra e la mia vicinanza, vi vuole dire che non siete soli in questi momenti di grande smarrimento e preoccupazione".

"Già i vostri professori e le vostre professoresse - sottolinea - si sono attivati per sorreggervi nello studio e so che tutti voi state partecipando alle nostre attività a distanza. I vostri professori e le vostre professoresse vi aiuteranno in tutte le difficoltà che incontrate".

Una maestra: "Anche a distanza i bimbi insegnano a sorridere"

"Io, da parte mia - prosegue - voglio ricordarvi i buoni comportamenti a cui dovete attenervi e che sono quelli che tutti i mezzi di informazione ci ricordano continuamento: non state in luoghi affollati, non vi scambiate baci ed abbracci, non state in gruppo, state a casa il più possibile per rispetto della vostra salute e di quella dei vostri cari. Sono sacrifici duri, specialmente per i ragazzi e le ragazze, ma sono sacrifici necessari! In questi anni abbiamo cercato di infondere in voi il senso civico, il rispetto degli altri, il rispetto delle regole, il senso delle Istituzioni: se qualcuno vi prende in giro per l’adozione di detti comportamenti o vi spinge a non rispettarli, rispondete che la Scuola vi ha insegnato altro e che questa scuola è il Liceo Meli. Siate maturi nei comportamenti e fieri delle vostre posizioni: la Società ve ne sarà grata e sarete un esempio per tutti!".

La lettera della preside del liceo Garibaldi: "State a casa, non deludeteci"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento