La campanella suona in ritardo, per le quarte dell'Alberico Gentili la scuola inizia solo domani

Per una decina di giorni una settantina di alunni delle elementari è rimasta a casa, mentre tutti gli altri hanno ripreso le lezioni. La protesta dei genitori che non avrebbero ricevuto informazioni chiare sul disguido, determinato dalla mancanza di aule

Per loro la prima campanella dell'anno scolastico 2020/2021 suonerà soltanto domani mattina, cioè con oltre una settimana di ritardo rispetto agli altri alunni. E' una strana storia quella dei ragazzini - una settantina - che frequentano la quarta elementare alla Alberico Gentili, gli unici che hanno ricevuto istruzioni per tornare in classe soltanto oggi pomeriggio. 

Tante le difficoltà per i genitori che, di giorno in giorno, hanno aspettato di sapere quando i loro figli avrebbero potuto iniziare le lezioni e soprattutto hanno tentato inutilmente di capire quale fosse il problema, cosa avessero di diverso gli alunni delle quarta rispetto a tutti gli altri studenti. Senza ricevere però - come alcuni di loro hanno raccontato a PalermoToday - alcun chiarimento.

Come emerge dalla circolare messa in rete qualche ora fa e firmata dal dirigente scolastico, Fabio Mauthe Degerfeld, sembra che alla base del ritardo ci sia un problema di spazi. Nel documento infatti vengono indicati le norme anti-Covid da rispettare e gli orari di entrata e uscita che gli alunni dovranno rispettare. "La presente disposizione - si legge - è provvisoria e suscettibile di variazione, in relazione all'effettiva disponibilità di spazi aggiuntivi" e "ci scusiamo per il disagio fin qui arrecato e auguriamo un sereno e proficuo anno scolastico".

E' probabile quindi che nella scuola - ma è capitato anche in altri istituti - per via del distanziamento obbligatorio tra gli alunni, non fossero sufficienti le aule. I ragazzini comunque domani mattina potranno finalmente ricominciare la scuola, come tutti gli altri, e dovrebbero ridursi anche i disagi per i loro genitori.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a scuola, morta bambina di 10 anni dopo una caduta durante l’ora di educazione fisica

  • Coronavirus, nuova ordinanza: Sicilia diventa zona gialla

  • Sicilia in zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 29 novembre

  • Covid, Musumeci firma nuova ordinanza: bar e ristoranti aperti dalle 5 alle 18, ok ai negozi nei festivi

  • L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

  • Scambio di morti per Covid all'obitorio del Civico, famiglia seppellisce la salma di un altro

Torna su
PalermoToday è in caricamento