Coronavirus, mercato ortofrutticolo e ittico riaprono: ingresso solo per grossisti e commercianti

Cancelli aperti dopo la sanificazione effettuata dalla Rap, ma le due strutture dovranno attenersi a rigide prescrizioni al fine di evitare assembramenti e rispettare il decreto di contrasto al Coronavirus. Ecco le disposizioni emanate da Orlando

Il mercato ortofrutticolo e l'ittico riapriranno domani. Le due strutture, che saranno sottoposte al controllo delle forze dell'ordine, dovranno attenersi a rigide prescrizioni. Così ha deciso il sindaco, che va incontro alle istanze dei commissionari ma allo stesso tempo impone una stretta sugli accessi al fine di evitare assembramenti e garantire la distanza di sicurezza di almeno un metro tra gli operatori.

Allo scaro e all'ittico, che nel weekend sono stati sanificati dalla Rap, potranno entrare solo "gli operatori operatori commerciali dei rispettivi settori (concessionari, commissionari, fornitori, produttori, conferenti delle merci e acquirenti in possesso di partita Iva)", nonché "un congruo numero di pattuglie della polizia municipale per consentire la regolazione dei flussi in ingresso ai due mercati e il loro contingentamento". A supporto dei vigili ci saranno anche i vigilantes privati messi a disposizione sin da oggi dai grossisti. Gli operatori potranno comunque sostare all’interno dei due mercati generali "soltanto e limitatamente per le operazioni di vendita-acquisto e carico-scarico della merce".

Mercato ortofrutticolo

Dalle 2 alle 3 sarà aperto il cancello pedonale di via Montepellegrino, dal quale è consentito l’accesso esclusivamente a piedi al mercato ai soli concessionari e ai loro dipendenti forniti entrambi di regolare tesserino di riconoscimento rilasciato dalla direzione. Alle 3 è prevista l'apertura del cancello d’ingresso principale e del cancello ingresso-uscita lato nord (l’ultimo vicino l'hotel Palace. Tutti gli altri ingressi saranno chiusi e potranno essere aperti solo dai portieri custodi in caso di estrema emergenze e a richiesta del responsabile o delle forze dell’ordine.

I camion con portata inferiore a 3 tonnellate devono dirigersi presso le aree di sosta per scarico merci; mentre i mezzi pesanti oltre le 3 tonnellate (tir e autoarticolati) possono sostare solo al parcheggio centrale limitrofo alla ferrovia. Tutti i mezzi dovranno uscire dal mercato entro le ore 4,30 ad eccezione dei tir che potranno rimanere parcheggiati nell’area di sosta centrale “parcheggio grande” e potranno uscire esclusivamente dal cancello principale di via Montepellegrino, anche a chiusura delle attività al fine di evitare problemi alla circolazione interna.

Dalle 3 alle 4,30 è consentita la distribuzione della merce ai commissionari solo con i mezzi adatti al trasporto interno; dalle 4,30 avranno inizio le contrattazioni di vendita, che termineranno alle 8. Saranno disposti dei presidi di guardie giurate, dislocate lungo i viali del mercato ortofrutticolo, nelle zone di parcheggio ed agli ingressi. Alle 8,15 si chiuderanno tutte le attività mercatali. "Alle 9 - dispone il sindaco il mercato ortofrutticolo dovrà essere libero da qualsiasi mezzo di trasporto e da persone per consentire alla Rap di effettuare la raccolta differenziata e la pulizia finale dell'area". Alle 9 quindi verranno chiusi quindi tutti i cancelli ad esclusione del cancello pedonale di via Montepellegrino. Alle 13 è prevista la chiusura giornaliera dello scaro.

Divieto di accesso per i facchini senza tesserino di riconoscimento o che che non abbiano un regolare contratto con uno stand. Stop all'ingresso dei consumatori; mentre gli autotrasportatori devono rimanere, ove possibile, in cabina ovvero nelle immediate vicinanze del proprio mezzo, senza allontanarsi o raggiungere altri luoghi del mercato. I concessionari avranno il compito di vigilare che gli acquirenti si dispongano alle dovute distanze fuori le strisce bianche che delimitano l’area espositiva sotto il marciapiede e che si rechino al punto fatturazione-cassa uno alla volta sempre a debita distanza dall’operatore. Tutti i dipendenti, oltre a lavare spesso le mani, devono indossare guanti e mascherina;.

Mercato ittico

Alle 2,45 il personale delle guardie giurate dovrà accedere all’interno dell'area mercatale per i controlli propedeutici all'apertura del mercato, che avverrà alle 3. L'accesso dei concessionari che hanno regolare tesserino di riconoscimento e delle ditte fornitrici autorizzate sarà possibile dal cancello di via Crispi in modo contingentato. Alle 3,10 il personale comunale accenderà le luci e aprirà gli ingressi della sala vendita, che saranno presidiati dalla polizia municipale e da guardie giurate. Alle 3,30 è consentito l'ingresso delle sole ditte acquirenti titolari di regolare partita Iva per l'inizio delle attività di vendita dei prodotti ittici. Dalle 7 non è più consentito l'ingresso nell'area mercatale dei veicoli delle ditte fornitrici. Alle 7,30 saranno chiusi i cancelli e alle 8 si dovranno concludere le attività di vendita, per consentire di iniziare le attività di pulizia e sanificazione degli ambienti. Le attività mercatali termineranno alle 9. E' questa l'ora del fuori tutti. Alle 13 è prevista la chiusura giornaliera. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche all'ittico divieto di accesso per i "liberi facchini" e compiti di vigilanza per i grossisti. "I trasgressori della presente disposizione - scrive il sindaco - dovranno essere segnalati all’Autorità giudiziaria. Il comandante della Polizia Municipale disporrà di adeguato numero di pattuglie, tenuto conto anche della presenza delle guardie giurate, della vigilanza privata messa a disposizione dai concessionari nonché di eventuali altre forze di polizia, da dislocare per il rispetto del divieto di assembramento. Le forze di polizia presenti sui luoghi potranno in qualsiasi momento interrompere le attività mercatali qualora non dovesse risultare possibile l’osservanza e il mantenimento delle condizioni di sicurezza imposte dalle contingenti norme a tutela della salute pubblica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

  • Coronavirus, altri 65 nuovi casi in Sicilia: Palermo la provincia più colpita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento