menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al Politeama tornano ruspe e operai: riapre il cantiere dell'Anello ferroviario

Dopo il blocco forzato, a causa dell'assenza dei dispositivi di sicurezza, la ditta D’Agostino ha ripreso i lavori. Rivisitato il cronoprogramma delle opere: per via del "tutti fermi" ci sarà uno slittamento di circa un mese

Al Politeama e in via Amari tornano le ruspe e gli operai nel cantiere dell'Anello ferroviario. Riparte così dopo lo stop imposto dal Coronavirus una delle opere fondamentali per la viabilità cittadina del futuro. Dopo il blocco forzato, a causa dell'assenza dei dispositivi di sicurezza, la ditta D’Agostino ha ripreso i lavori. Il cronoprogramma è stato rivisitato: in questa fase si sarebbe dovuta liberare una parte di via Amari, con cambiamenti di sensi unici nelle vie circostanti, ma per via del "tutti fermi" ci sarà uno slittamento di circa un mese.

"Tutto il sistema delle costruzioni e dell'edilizia palermitana è in affanno perché oltre a questo stop erano già tante le opere che non partivano" ha detto nei giorni scorsi Piero Ceraulo, segretario provinciale della Fillea Cgil, lanciando un appello a tutte le istituzioni comunali e regionali "affinché, una volta risolta l'epidemia, si intervenga per fare ripartire i cantieri. Se dopo aprile non saremo in grado di sostenere il rilancio reale del settore, il sistema costruzioni rischia il default". Solo nel Palermitano sono circa 3 mila gli edili in cassa integrazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento